Quotidiano di Bari

Da Poggiofranco e Libertà fino a San Pasquale, via al riordino dei mercati rionali

L’assessore al Commercio Albore sta lavorando alacremente per completare l’opera

Da Poggiofranco e Libertà fino a San Pasquale, via al riordino dei mercati rionali

Dopo circa vent’anni, finalmente, gli ultimi mercati rionali con le bancarelle piazzate per strada, all’aperto, spariscono per sempre, parola di assessore. Franco Albore, responsabile del Commercio al Comune di Bari è orgoglioso, dopo anni di incontri e tavoli con addetti ai lavori, operatori e commercianti, per il lavoro che ha fatto, chiudendo finalmente il cerchio al riordino dei mercati vicino allo stadio San Nicola, quello dell’usato o delle pulci, per intenderci e via Tommaso Fiore, ma anche di piazzetta dei Papi. Il secondo, quello del lunedì proprio dinanzi al Palagiustizia di via Nazariantz nel quartiere Libertà, sarà spostato nei pressi delle ex acciaierie Scianatico, tra via Napoli e via Emanuele Orlando: un paio di mesi fa il Comune ha avvisato i commercianti per assegnare le postazioni e stalli nella nuova area concordata con i rappresentanti dell’amministrazione comunale. Dunque, Franco Albore sta portando a termine l’operazione di riordino dei mercati all’aperto in Città, nonostante i problemi del cantiere per il ponte dell´asse Nord-Sud, lui sta lavorando davvero sodo per mettere ordine, come detto, tra i banchi dei diciotto mercati giornalieri e dei nove settimanali. <<Entro la fine di maggio toglieremo dalla strada tutti i banconi: c´è da diversi anni una legge nazionale che lo impone e c´è, per la prima volta nella storia cittadina, un accordo e una concertazione che abbiamo portato avanti con assiduità e continuità dialogando coi diretti interessati" spiega l´assessore al Commercio e alle attività economiche. E non basta; il trasferimento probabilmente più vicino, in ordine di tempo, è quello che riguarda le bancarelle che ogni lunedì affollano lo spiazzo tra via Fiore e via Nazariantz: prenderanno possesso della nuova sede: gli spazi davanti alle piscine comunali, all´interno dell´area dove di domenica è fissato il mercatino delle pulci. Per quest’ultimo proprio l’altro ieri Albore ha incontrato la presidente dell’associazione ‘Mercatino delle Pulci’, Concetta Lupo, per riordinare le presenze degli appassionati che occuperanno gli stalli per vendere antiquariato e modernariato, che poi attualmente sono centotrentasette. <<Abbiamo concordato di portare il numero delle bancarelle del mercatino dell’usato a trecentotrentacinque, ma sotto il rigido controllo della Polizia Municipale che ogni domenica vigilerà per evitare che nell’area vicino alle piscine comunali si intrufolino i soliti abusivi>>, precisa l’assessore Albore.  Soddisfatto di aver così contribuito a far sparire la vergogna dell’area occupata attualmente da quel mercatino girovago, abbandonata al totale degrado vicino al nuovo stadio. Ma presto saranno spostate anche le altre bancarelle di Poggiofranco di piazzetta dei papi, che andranno a via Dioguardi temporaneamente, dopo anni di braccio di ferro, fra amministrazione comunale, venditori e residenti della zona, soluzione trovata anche per spostare il mercato settimanale del sabato da Piazzetta dei Papi, nel quartiere Poggiofranco. Anche in questo caso decisivo il lavoro dell’assessore e i rappresentanti sindacali Confesercenti e Confcommercio. Dunque, gli ambulanti lasceranno Piazzetta dei Papi per l’area compresa fra via Dioguardi e viale De Laurentis, ma non pare una decisione definitiva, visto che i diretti interessati ritengono che gli spazi nell’area di Viale De Laurentis siano troppo stretti: meglio quelli su via madre Teresa di Calcutta, dove sarebbero infine indirizzati. Da decidere, infine, i tempi per il trasferimento di uno degli utlimi mercatini rimasti all’aperto, e cioè quello di via Nizza, nel cuore del rione San Pasquale, dopo le ruspe e operai hanno fatto capolino all’interno dell’ex fabbrica Peroni di via Amendola, dove verrà trasferito il mercato ancora a cielo aperto, appunto, in via Nizza. Base di partenza dei lavori l’accordo di programma tra Comune di Bari e impresa “Edicos SpA”, cui toccherà realizzare il nuovo mercato coperto di San Pasquale, approvato in Consiglio Comunale alla fine di quattro anni fa, non sena qualche strascico polemico. Infatti l’impresa privata, che sta già ultimando la costruzione delle palazzine residenziali con una sessantina di miniappartamenti, dovrà attendere per il resto dei lavori riguardanti la costruzione del mercato al coperto. Tutto, infatti, si troverebbe ancora al centro d’un contenzioso col Comune che intende aprire un altro e più ampio ingresso su via Amendola. In ogni caso dopo l’approvazione dell’accordo in ‘project financing’ l’amministrazione comunale otterrà opere pubbliche per circa 2 milioni di euro: al centro un mercato coperto attrezzato con una trentina di box e parcheggio da cinquanta posti auto. L’operazione riordino dei mercati ancora per strada, a Bari, continua e ci vorrà tempo per condurla a termine…

 

Francesco De Martino

 

(27 Apr 2013) - Articolo letto 5392 volte

INSERISCI UN COMMENTO
L'indirizzo email è necessario per attivare e pubblicare il messaggio Non superare gli 800 caratteri, rispetta il regolamento e scrivi in minuscolo Ho letto e accettato il regolamento, i termini e la privacy policy