Quotidiano di Bari

Floro Flores: “Pronto a restare in biancorosso”

L’attaccante vuole prolungare la sua avventura

“Accetto ogni critica da calciatore ma non voglio essere messo in discussione come uomo ed aver sentito certi pensieri di gente che ha dubitato del mio infortunio mi ha rattristito. Ma se c’è da affondare io non abbandono la barca, mi è già capitato ad  Arezzo, e sono uno abituato a lottare sempre!” Sono state le parole dell’attaccante ex Chievo, ancora di proprietà clivense in conferenza stampa. Il giocatore con il gol nel Dna è pronto a tornare anche dal primo minuto se il suo allenatore lo riterrà opportuno sabato nella difficilissima sfida al ‘Partenio’ contro l’Avellino. La squadra irpina anche lunedì scorso nonostante il risultato non positivo ha lottato e sbraitato ed è disposta a tutto pur di trovare punti salvezza fondamentali, ma dall’altra parte il Bari se vuole continuare a sperare nell’ambizione playoff deve vincerle tutte e sperare che il Frosinone terzo in classifica rallenti la corsa, se no non varrà a nulla vincerle se no alla dignità ed a onorare la maglia indossata.

A proposito dell’attaccante che sin qui ha segnato cinque reti in biancorosso ha parlato anche della sua voglia di prolungare la sua permanenza in biancorosso: “Al presidente e ds ho già chiesto se c’è la possibilità di restare a prescindere da dove arriveremo a fine stagione. Sono orgoglioso di indossare la casacca biancorossa ed aggiungo che sono felice come il primo giorno”. La serie A però sembra un miraggio e la tifoseria è oramai rassegnata ma la squadra ed il giocatore ci credono ancora: “Dalle ultime prestazione si è visto un Bari dimesso quasi rassegnato. Dobbiamo fare mea culpa, ma vi assicuro che ce la possiamo ancora a fare a patto che ognuno si assuma le proprie responsabilità. Serve personalità e nel gruppo dovremmo fare maggiormente autocritica perché molte volte non l’abbiamo avuta”. Parole sagge questa volta e di un giocatore nel pieno della maturità calcistica, conscio che servirà dare qualcosa in più a prescindere dal raggiungimento o meno dell’obiettivo se no il rischio di terminare le restanti partite con uno o due punti è altissimo. 

M.I.

(04 Mag 2017) - Articolo letto 221 volte

INSERISCI UN COMMENTO
L'indirizzo email è necessario per attivare e pubblicare il messaggio Non superare gli 800 caratteri, rispetta il regolamento e scrivi in minuscolo Ho letto e accettato il regolamento, i termini e la privacy policy