Aiutiamo l’HBari2003 a non infrangere il sogno della serie A
4 agosto 2017
Boccasile firmò il peggior manifesto
5 agosto 2017

Grosso: “Trasformeremo l’emozione in energia positiva”

Prima di mister Grosso da allenatore professionista, contro la neopromossa Parma nel secondo turno della Coppa Italia Tim che disputerà stasera al San Nicola. La squadra ducale non solo per il blasone e per la formazione che stanno allestendo, ma anche nei precedenti storici all’astronave ha sempre detto la sua, vincendo per dieci volte, pareggiando in otto occasioni e perdendo nove volte contro i Galletti. L’ultimo precedente risale in serie A nel 2010 ed i biancorossi persero, mentre nella serie cadetta uscirono sempre sconfitti ma quell’anno alla guida c’era mister Conte, il quale condusse i biancorossi in trionfo vincendo il campionato cadetto.

Tornando prettamente alla gara odierna il tecnico dinnanzi alla stampa locale si è subito detto emozionato: “Certamente sono molto emozionato, lo sono dal primo giorno qui, ma cercheremo di tramutare l’emozione in energia positiva ed adrenalina. Giochiamo contro una squadra che gioca a memoria e che si sta rafforzando per fare un campionato da protagonista, ma noi diremo la nostra davanti al nostro pubblico”. La partita avrà inizio alle 21.15, ma la compagine barese dovrà superare le difficoltà del caldo e la mancanza di qualche pedina fondamentale: “Mancheranno Cassani per squalifica, Sabelli e Floro Flores per infortunio e probabilmente Brienza che sta recuperando ma che rappresenta un perno da questa squadra. Un ragazzo dalle enormi qualità umane e tecniche ed il Bari è fiero di averlo a disposizione. Conta in primis il risultato perché porta morale, ma anche la prestazione dei ragazzi e le risposte viste in questo mese sono importanti”. Sulla formazione il tecnico non si è sbilanciato e neanche sui singoli, ma ha augurato le migliori fortune a Romizi e Maniero, i quali sono stati ceduti altrove: “Auguro a Marco Romizi e Riccardo il meglio. Si sono comportati da grandi professionisti nonostante sapessero non rientrassero più nei piani”. Infine un’ultima battuta su Jacopo Dezi, ex della sfida che probabilmente sarà fischiato dalla tifoseria barese per non aver accettato il ritorno in biancorosso: “Jacopo ci ha sopresi, ma ha fatto la sua scelta e va rispettata”.

M.I.

 

202 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *