La Spezia-Bari: la continuità è la chiave per continuare a stupire
8 Dicembre 2012
Quei pescespada del mercato di via Montegrappa…
8 Dicembre 2012

“2013 battute per un anno di teatro”

Il contest “2013 battute per un anno di teatro”, giunto alla sua terza edizione e proposto dal Teatro Kismet, ha visto vincitrice la giovane Mariella Soldo, da dieci anni a Bari, ma originaria di Venosa, patria di Orazio, come ci ha tenuto a sottolineare il primo cittadino, “è una grande responsabilità quella di condividere i natali con un importante poeta latino come Orazio”. Il bando, pubblicato nel mese di ottobre, si rivolgeva a giovani scrittori under 35 di tutta Italia, invitandoli a proporre un racconto che partisse da un incipit del regista Alessandro Bergonzoni. I giurati sono stati chiamati a valutare circa una cinquantina di racconti, tra i quali è risultato vincitore quello di Mariella Soldo: “Per il finale, ho deciso di ispirarmi alla filosofia Zen, che segue il principio del pieno nel vuoto. Per me il teatro apre la strada ad infinite possibilità, è un insieme di mondi che si incrociano, creando qualcosa di unico”. Numerosi i partner che hanno contribuito alla creazione dell’evento, dalla Banca Carime al Caffè Matisse, dalla Banca Popolare di Puglia e Basilicata alla Cartolibreria Futura, ma primo fra tutti il Comune di Bari. “Ben vengano iniziative di questo genere che riescono a mettere insieme realtà territoriali ed imprenditoriali differenti. Il Teatro Kismet è riuscito a richiamare verso di sé molteplici interessi culturali” ha sostenuto Gianluca Paparesta, assessore al Marketing territoriale. “Vorrei sottolineare – ha poi proseguito Fabio Losito, assessore all’Istruzione – lo splendido lavoro che il Kismet ha svolto in ambito scolastico. Un esempio, ultimo in ordine di tempo, il progetto ‘Contesto’, che ha spinto i giovani a rideterminare gli spazi scolastici e a riviverli in chiave differente, con una nuova forma di autogestione che ha lasciato ampio spazio all’arte e alla cultura”. Parole ricche di entusiasmo anche da parte di Ludovico Abbaticchio, assessore al Welfare, che ha evidenziato l’importante carattere di aggregazione e di inclusione sociale tipico del teatro e dell’arte, che mira ad includere anche ragazzi diversabili. “Questa mattina – ha poi dichiarato il presidente del Teatro Kismet, Augusto Masiello – presentiamo anche l’Agenda 2013 del Teatro. Possiamo definirlo un utile mezzo d’informazione, infatti giorno per giorno sono indicati i diversi appuntamenti teatrali, che si svolgeranno non solo a Bari, ma anche in altre parti d’Europa. In quest’ultimo anno abbiamo registrato il 40% in più di abbonamenti e stiamo puntando ad aumentare anche il numero delle carte famiglia. Abbiamo raggiunto una fidelizzazione degli spettatori con abbonamento”. Una sorta di vademecum, in cui sono evidenziati tutti gli eventi, gli spettacoli e i laboratori realizzati dal Teatro Kismet, una specie di contenitore globale, un vero e proprio biglietto da visita. “Penso che il teatro abbia la funzione di spiegare quello che è il senso della vita ed abbia la capacità di rigenerare e di riacchiappare le nostre piccole vergogne, la storia di una città. Purtroppo – ha dichiarato il sindaco Emiliano – sono consapevole del fatto che, al momento, il teatro non viva una realtà facile nel nostro territorio e sono ben lieto di trovarmi di fronte a questi buoni risultati”. Preso dall’euforia del momento, il primo cittadino si è lasciato andare a divertenti battute, legate allo spettacolo dal titolo “I was a Rat!”, che sarà rappresentato in Inghilterra nel mese di febbraio, invitando la compagnia a riproporlo anche a Bari: “Sono sicuro che avrebbe un grande successo di pubblico, soprattutto tra gli amici del centrodestra che, per un mese intero, hanno fatto nascere polemiche su un fotomontaggio che rappresentava un topo dalle dimensioni elefantiache. Allo spettacolo inviterei volentieri anche il capo dell’opposizione”. E magari in quell’ipotetica situazione, un topo potrebbe unire piuttosto che dividere. Infine, a margine della conferenza stampa, è stata presentata anche una nuova promozione natalizia “A Natale regala il teatro!”, uno speciale abbonamento (acquistabile presso il botteghino) a 4 ingressi a scelta tra tutti gli spettacoli della stagione 2012/2013, al costo di 50 euro.  

 

Nicole Cascione

 450 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *