Sport

A Bolzano senza capitan Di Cesare e Maita

Bari calcio. Tante certezze e coesione ritrovata

Il Bari reduce da due vittorie interne di fila, sotto la guida di mister Beppe Iachini sabato alle 14.00 “Druso” di Bolzano sfiderà gli altoatesini. All’andata il Bari si impose per 2 a1 con le reti di Sibilli e capitan Di Cesare, mentre aveva firmato il momentaneo pari Vinetot e disputarono comunque una gara di sostanza nonostante fossero rimasti in inferiorità numerica dal quindicesimo del primo tempo per l’espulsione di Cuomo. Ma questa volta il Bari affronterà il Sudtirol, a casa loro, con sicuramente due ex che potrebbero essere della gara, Mallamo e Molina, e forse Andrea Masiello che nei precedenti confronti o per squalifica o per qualche motivazione presumibile ha sempre dato forfait. A questo giro l’ex Bari, coinvolto anni fa nello scandalo calcio scommesse e poi riabilitato nel mondo del calcio, non si sa ancora se sarà della gara o meno, ma non deve costituire un problema e pensiero. Il Bari secondo il vangelo del nuovo tecnico che ha conquistato tutti, è sicuro che penserà esclusivamente a vincere e portare a casa la posta in palio, senza fronzoli, in modo concreto come ha già fatto nelle precedenti due partite e migliorando negli aspetti in cui deve crescere. Mancherà per squalifica capitan Di Cesare, e dall’altra parte Maita per infortunio che lo terrà fuori dal rettangolo di gioco, si presume, almeno per un mesetto abbondante. Ma ciò non deve costituire un alibi perché come ha già asserito Iachini nel post-gara vincente contro la Feralpisalò, per i giocatori che subentrano al posto di eventuali squalificati ed infortunati, deve essere vissuta come opportunità di mettere in difficoltà il tecnico ed offrire a maggior ragione il massimo alla squadra. Una squadra che ha ritrovato certezze che sembravano essere smarrite, anche se in avvio di stagione sotto la gestione Mignani si era assistito ad un Bari che restava in partita e per un certo seppur breve periodo, limitato al mese di ottobre, sotto la gestione di Marino. Tuttavia, il Bari grazie alle due vittorie di file si è messo dietro diverse squadre, allontano la zona playout distante di ben otto lunghezze e si è portata a pari merito con il Brescia ad un solo punto dal Modena ottavo. La strada verso la gloria e per centrare i playoff è ancora lunga ed irta di ostacoli, tra l’altro prima sabato e poi martedì sera ci saranno impegni ravvicinati distanti però tra loro ben 1282 Chilometri, in barba a chi ha compilato i calendari in modo assi metrico senza tenere conto di quanto possa pesare su una squadra compiere dei viaggi del genere. Ma nel calcio odierno comandano altri valori e chi stila i calendari, pensa più ad altri criteri come la visibilità e vendibilità del prodotto, andando poi a ledere sulle squadre. In passato in questo campionato si era lamentato a giusta causa, l’ex tecnico del Bari, Vincenzo Vivarini che i pugliesi sfideranno proprio martedì sera.  Allo stadio Bolzano sarà la terza gara, ed i pugliesi hanno ottenuto sin qui, una sconfitta e vittoria nella passata stagione, ma quella che resta più memorabile è la vittoria al San Nicola per 1 a 0 con la rete siglata da Benedetti nella semifinale di ritorno, dinnanzi a 51mila del San Nicola. Questo pomeriggio traccerà il punto, a due giorni dalla sfida, e prima dell’ultima rifinitura, mister Beppe Iachini, prima di partire. (Ph. Tess Lapedota).

M.I.


Pubblicato il 22 Febbraio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio