Brexit, a rischio le esportazioni del comparto agroalimentare senza un accordo
17 Settembre 2019
Emiliano comunque ricandidato presidente, con o senza alleanza tra Pd e M5s
17 Settembre 2019

Al via il percorso partecipato del Piano Strategico 2020-2030

Scrivere “insieme” il piano strategico regionale per costruire la Puglia di domani. Per farlo, e’ stato avviato in Fiera del Levante a Bari, il percorso che portera’ – entro la fine dell’anno – alla redazione corale del piano che terra’ insieme bisogni dei cittadini ed esigenze dei territori. “Vogliamo evitare che ci siano conflitti tra il programma della Regione Puglia e quello del resto del Paese. D’altra parte una regione con quattro milioni e 200mila persone non puo’ fare un programma senza concordarlo con il Governo nazionale, anche se la nostra Costituzione ci consente di avere un programma differente, attraverso l’autonomia regionale. Qui in Puglia abbiamo una legge sulla Partecipazione che permette a qualunque cittadino di dire la propria e di partecipare alla costruzione del programma di governo”, ha spiegato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. “Lo chiamiamo piano strategico perche’ ci piacerebbe che fosse condiviso anche dall’opposizione, nel senso che ci sono delle cose, che riguardano temi importanti, sulle quali potremmo essere d’accordo tutti quanti – ha ribadito il governatore – Insieme al ministro per il Sud Provenzano, noi faremo questo lavoro di concertazione, nella consapevolezza che quando concerti e applichi la democrazia, normalmente eviti le liti, lavori meglio e piu’ in fretta”.  “Il percorso di partecipazione che la Regione Puglia lancia durante questa settimana della Fiera del Levante per la redazione del Piano Strategico 2020-2030 – ha chiarito Titti De Simone, consigliera del Presidente per l’attuazione del programma di governo regionale – e’ un documento di visione strategica su quello che sara’ la Puglia nei prossimi vent’anni, un documento costruito con un metodo di partecipazione mai tentato nel Mezzogiorno e che proseguira’ nel mese di ottobre, ma soprattutto, come ha sottolineato il Presidente Emiliano durante l’inaugurazione della Fiera, sara’ anche un documento di confronto con il Governo nazionale, giacche’ una visione strategica che riguarda anche il nuovo ciclo di programmazione dei fondi europei non puo’ non essere condivisa con il governo”.   I focus group che saranno affrontati nelle giornate della Fiera sono otto: a ottobre si svolgeranno su territorio. I report stilati al termine di tutti gli appuntamenti contribuiranno alla nascita del piano strategico 2020-2030 entro la fine del 2019.

 

298 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *