Dino Bartoli: “Educazione, rispetto e crescere insieme”
16 Luglio 2020
Quei giorni di Vito
16 Luglio 2020

Alla guida della panchina arriva il barese Claudio Catinella

Lunedì 13 luglio è arrivata l’ufficialità del nuovo allenatore della sezione Calcio a 5 del Cus Bari, Claudio Catinella il quale prenderà il posto di mister Raffaele Colaianni, tra i fondatori della compagine futsal del centro universitario sportivo, costretto a lasciare per motivi personali.

“Nei tre anni di attività – spiega il capo sezione Antonio Servadio – Raffaele è stato sempre presente, non assentandosi praticamente mai, neanche quando aveva la febbre, prima del nuovo Coronavirus. La sua scelta, per giuste motivazioni, ci rattrista molto, ma siamo certi che continuerà a farci sentire il suo supporto”.

A dirigere la formazione biancorossa dalle prossime settimane sarà l’ex calciatore barese, prossimo ai 48 anni, Claudio Catinella. Nel calcio a 5 da più di venti anni, sia come giocatore che come dirigente e allenatore è stato presidente di due squadre diverse. Negli ultimi cinque anni si è dedicato al settore giovanile, guidando la polisportiva Adelfia, la Futsal Capurso, l’Aquile Molfetta e la Virtus Rutigliano l’anno scorso.

“È molto importante per me – afferma il nuovo mister – che il Cus mi abbia chiamato. Essendo di Bari conosco bene la realtà di questo centro sportivo e guidarne la prima squadra di Calcio a 5 mi inorgoglisce. Dopo aver allenato le giovanili per me questa esperienza è davvero stimolante e farlo a casa è ancora più gratificante. Costruire qualcosa dove c’è già una buona base non potrà che essere positivo”.

Il campionato 2019/2020 è stato congelato per via della pandemia da Covid-19. Le prime sono salite e nessuna squadra è retrocessa. I play off non si faranno e quindi il Cus, che ha condotto un campionato al vertice, concedendo qualche punto nel periodo pre-lockdown, disputerà nuovamente il campionato in serie C2.

“Lo scorso anno il Cus Bari ha fatto bene – continua Catinella – arrivare terzi è stato un bel traguardo. Conosco alcuni giocatori dell’organico dello scorso anno perché li ho incontrati sui campi, posso dirne bene e spero che rimangano. In base alla rosa deciderò il modulo migliore, ma sicuramente non cambierò. I ragazzi l’anno scorso hanno giocato con il modulo 3-1, Proverò a mantenere lo stesso tipo di gioco per dare continuità e seguire il lavoro di mister Colaianni non potrà che dare a tutta la squadra una partenza più pronta”.

 

 

 

 291 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *