Cronaca

Ancora niente bando per il contributo alloggiativo a migliaia di famiglie baresi

Non ci sono ancora buone notizie per i nuclei famigliari baresi che aspettano con ansia il contributo per saldare la pigione: la ripartizione Solidarietà sociale del Comune di Bari, infatti, non ha ancora reso noto il bando per formulare la graduatoria degli aventi diritto, che l’anno scorso interessò i 4.042 beneficiari del contributo alloggiativo 2012, competenza 2011. L’anno scorso la pubblicazione arrivò a fine novembre, ma mai come quest’anno le famiglie in atetsa sono in fermento, considerato che c’è chi ha messo in giro voci che i tagli hanno interessato anche questo intervento sociale. Dagli uffici comunali, oper fortuna smentiscono categoricamente e assicurano che, anche se non ci sono novità, i finanziamenti regionali non li ha toccati nessuno. L’amministrazione comunale, dunque, non vede l’ora di completare le procedure di sua competenza in tandem con la Regione Puglia, che dovrà provvedere successivamente in maniera esecutiva all’accreditamento delle somme spettanti alla Città di Bari ( pari dodici mesi fa ad 1.684.409,65 Euro, appunto per le competenze 2012) consentendo così ai cittadini baresi di ricevere un sostegno importante in questo momento di grave disagio sociale. Vale la pena di ricordare che il contributo, una volta espletate le incombenze burocratiche –ripetiamo, al momento ancora ferme- sarà erogato con atto dirigenziale previo accreditamento da Parte della Regione Puglia delle somme spettanti. Dunque, anche quest’anno, quest’erogazione attesa come il pane in molte famiglie bisognose, arrivera’ con qualche settimana di ritardo, un vero colpo per le famiglie bisognose che hanno diritto al beneficio, a maggior ragione in un periodo che vede migliaia di nuclei famigliari cercare la sopravvivenza quotidiana, talvolta, nei cassonetti dei rifiuti. A Bari sono state 6mila e 577 le domande ammesse un anno fa per il contributo alloggiativo 2012-competenza 2011, con 547 esclusioni passati pazientemente al vaglio della commissione. E la procedura sarà praticamente ultimata quando anche i fondi della Regione saranno materialmente giunti nella disponibilità dello stesso Comune di Bari (3 milioni e 641 mila euro più 250 mila con fondi comunali, sempre l’anno scorso) che potrà provvedere a disporre i mandati di pagamento presso la tesoreria comunale. Procedura che, salvo imprevisti, potrebbe essere completata, come detto, anche questa volta, almeno si spera, entro fine novembre prossimo. Si tratta, ripetiamo, di un provvedimento molto atteso da chi è sempre più alle prese con la devastante crisi economica. Questi contributi, infatti, sono calcolati sulla base della somma che ciascun nucleo familiare paga come canone di locazione. Si tratta di fondi regionali attribuiti a ciascun comune, proporzionali alle somme investite per questo scopo dagli stessi Comuni. Certo, non risolve i problemi delle seimila e passa famiglie baresi aventi diritto, ma è meglio di niente, come dice chi si contenta. E gode…. Per qualsiasi informazione e chiarimento, in ogni caso, è possibile rivolgersi presso lo sportello informativo, sito  in piazza del Ferrarese 29, tutti  giovedì dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 16 alle 17.30.

Francesco De Martino 

 

 


Pubblicato il 31 Ottobre 2013

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio