Con la fumata bianca un possibile rinnovamento della chiesa?
13 Marzo 2013
Anonimi e muti, la Bari dei mendicanti
13 Marzo 2013

Andrea Rossi:”Dobbiamo pensare al Brescia, l’ambiente deve restare tranquillo”

Inizia la settimana verso la sfida del Rigamonti. Torrente prepara la gara nei minimi dettagli, con qualche sicurezza in più; l’obiettivo resta la salvezza, la priorità assoluta. Lo stesse mister di Cetara, ha ammesso, a causa dei risultati delle ultime partite, che chi ha almeno 36-37 punti rischia di trovarsi invischiato nella zona per non retrocedere.Il Bari sarà ospite delle rondinelle il prossimo sabato 16 marzo alle ore 15, il peggio sembra essere alle spalle, i biancorossi anche nella sconfitte sconfitte contro Pro Vercelli e Verona hanno mostrato una crescita sul piano del gioco, maturata con la doppia vittoria di Vicenza e in casa contro la Juve Stabia. Il Brescia di Calori è un avversario scomodo, all’andata finì in pareggio 1 a 1. I lombardi cercano punti e successi che li possano avvicinare e far rientrare in gioco per i playoff distanti solo 1 punto. Conti alla mano, senza il fardello della penalizzazione il Bari avrebbe solo tre punti in meno dei bresciani, per cui nello spirito il galletto non deve mostrarsi timoroso, mostrando lo stesso carattere e lo stesso cinismo visto nelle ultime uscite.Il tecnico barese Vincenzo Torrente recupera Caputo e Ceppitelli dalla squalifica, perde però Iunco fermato per somma d’ammonizioni. In rampa di lancio le quotazioni di Tallo, artefice di una buona prestazione incorniciata con la doppietta di sabato e Fedato sempre pungente quando chiamato in causa. Defilato nelle quotazioni Galano, l’allenatore ex Gubbio sembra essere orientato ad insistere con Ghezzal, che tuttavia un mese dopo il rientro appare ancora non al massimo della forma. L’algerino è stato schierato sul lato sinistro d’attacco togliendo il posto allo stesso Fedato. L’ex Crotone ha molto ancora da dimostrare, uno con il suo spessore deve e può incidere, diventando un elemento d’esperienza tra la rosa giovane di questo Bari. Torrente ci crede e vuole crederci, con la speranza che le sue scelte possano pagare e Ghezzal mostri il suo reale valore.Intanto in conferenza stampa ha parlato Andrea Rossi, terzino sinistro arrivato al mercato di gennaio, che si sta dimostrando come un elemento di sicuro affidamento sulla fascia, anche grazie alla sua duttilità tattica, ecco le sue parole tornando sul match vinto contro le vespe di Braglia:” L’importante era vincere la partita e continuare la striscia positiva. Sono felice per Tallo che si è sbloccato e per il gruppo che sta dimostrando di essere unito. La difesa sta dimostrando compattezza ed equilibrio, dobbiamo cercare di non avere cali di concentrazione, limitando al minimo gli errori. Anche se manca tanto alla fine dobbiamo cercare di conquistare più punti possibili, soprattutto ora che le squadre di bassa classifica stanno ottenendo dei risultati importanti. Mettiamo da parte le vittorie e concentrarci sulla gara di Brescia come fosse l’ultima partita e tutti ambiente compreso devono mantenere l’equilibrio necessario, andando in trasferta consapevoli che siamo in grado di giocarcela con tutti per raggiungere il nostro obiettivo”.Nel galletto ha parlato anche il protagonista di questi giorni Junior Tallo, facendo il punto della situazione dopo la doppietta di sabato:” Mi sentivo in debito con il mister mi ha dato subito fiducia e col direttore Angelozzi che mi ha voluto a Bari. Quando Rossi ha crossato sono saltato più in alto di tutti, perché Torrente ci ha sempre rimproverato di essere poco incisivi sotto porta, si volta pagina dobbiamo pensare già alla prossima sfida a Brescia”.Il Bari è tornato a far squadra, occorrerà restare uniti e far gruppo, per ottenere risultati importanti, visto che le dirette concorrenti per la salvezza non sembrano voler fermarsi. Saranno fondamentali gli scontri diretti con Reggina, Lanciano, Spezia, Cesena tanto per citarne quattro, dove i biancorossi dovranno raccogliere altri successi per ottenere la salvezza che ora non sembra più un lontano miraggio. Le novità è che gli innesti di gennaio sembrano essersi inseriti a pieno nei meccanismi di gioco di Torrente ed iniziano a dare il loro contributo alla causa.Un mese delicato se si guardano le sfide consecutive con Brescia, Padova, Empoli e Livorno quattro candidate alla lotta playoff e serie A diretta, partite importanti e fondamentali, raccogliere qualche punto nelle sfide in questione permetterebbe al Bari di affrontare gli scontri diretti con più tranquillità, tenendo bene nella mente che un’eventuale retrocessione sarebbe dannosa per il futuro del calcio nel capoluogo pugliese.

Davide Annicchiarico

 595 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *