Archiviate le elezioni amministrative, Emiliano pensa alle politiche?
30 Giugno 2022
Approvato uno studio di fattibilità per due rotatorie
30 Giugno 2022

“Andrò in sostanziale continuità con l’amministrazione precedente”

 

Michele Sollecito è il nuovo sindaco di Giovinazzo dopo aver vinto sia pur di poco il ballottaggio. Un volto giovane, ma credibile. Lo abbiamo intervistato per capire in quale direzione si muoverà il neo primo cittadino della cittadina rivierasca.

Sindaco, quale sarà la sua direzione di marcia?

“Andrò in sostanziale continuità con l’ amministrazione precedente. Il primo obiettivo comunque sarà quello di portare al più presto possibile in consiglio comunale il piano urbanistico generale. Si tratta di un macro obiettivo che dovrebbe contrassegnare l’ intera consigliatura”.

Poi?

“A seguire la mobilità cittadina, le scuole e le gare di appalto per non sprecare la grande opportunità che ci offre il PNRR. Non dobbiamo e tanto meno possiamo farci trovare impreparati davanti ad una occasione così importante. Lavorerò anche per l’ estate giovinazzese”.

Sentiva di vincere?

“In verità ho avuto sempre fiducia e sono ottimista di mio”.

Quando ha sentito la vittoria in mano?

“E’ stata una battaglia sino all’ ultimo voto. Penso che però sia stata determinante sull’ esito del confronto, l’ ultima settimana “.

In che senso?

“Mentre io ho agito e mi sono mosso tra la folla, il mio competitor ha scelto la via degli apparentamenti sotto banco, in particolare col Pd. Inoltre, in modo inspiegabile e direi bocciato dal corpo elettorale, il mio avversario si è sottratto al confronto personale presso un organo di stampa cittadino. Insomma, penso che determinante sull’ esito finale della competizione sia stata l’ ultima settimana”.

Chi è Michele Sollecito, provi a descriversi…

“Un ragazzo semplice, prima di ogni cosa. Sono da dieci anni in politica e mi sono fatto le ossa come assessore al welfare. Il mio modo di intendere la politica è saper ascoltare col dovuto rispetto le istanze dei cittadini, specialmente quelli più disagiati e in difficoltà, a loro dobbiamo dare risposte”.

Sarà il sindaco di tutti?

“Certamente. Finita la campagna elettorale, bisogna lavorare nell’ interesse di Giovinazzo. Sarò il sindaco di tutti, anche di coloro che non mi hanno votato. Deve sempre prevalere l’aspetto istituzionale”.

BV

 

 218 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *