La signora si oppose al monaco miserabile
26 Giugno 2012
In chiusura 35 uffici postali e perdita di 300 posti di lavoro
26 Giugno 2012

Angelozzi punta di nuovo Babacar

Ancora Babacar. Roba che se non si trattasse di pallone e se non fossimo davanti ad un fatto piuttosto consueto per una piazza come Bari si penserebbe ad un intrigo amoroso. Del resto le affinità sono parecchie. E come per gli affari di cuore ci sono le infatuazioni che durano qualche mese, vedi Rinaudo o Giovinco, e quelle che si protraggono per quasi tutta la vita. Dopo il redivivo Calaiò, sempre ad un passo dal vestire la casacca biancorossa e mai effettivamente approdato in Puglia, ecco un altro tormentone.

Angelozzi starebbe parlando con la Fiorentina per il prestito di Babacar El Hadji Khouma, meglio conosciuto come Babacar. Per almeno la terza volta da quando è il direttore sportivo del Bari. Praticamente, un chiodo fisso. Babacar è stato effettivamente vicino al galletto a metà della scorsa stagione. Il problema principale per il suo approdo in biancorosso è sempre stato costituito dalla categoria. Quella serie B che l’attaccante senegalese vedeva come un improponibile declassamento ed una marcia indietro inaccettabile per la sua pur giovane carriera da calciatore. Tuttavia, negli ultimi sei mesi qualcosa potrebbe essere cambiato. L’esperienza in Spagna nelle fila del Racing Santander non è stata positiva. Tutt’altro. Una manciata di presenze e niente che possa aver dato una brusca accelerata alla corsa verso il successo di un ragazzo dalle doti fisico-atletiche davvero straordinarie. Babacar è una prima punta possente. Nonostante i soli diciannove anni è già un ragazzone di un metro e novanta. Babacar può essere anche una punta esterna. Con una velocità fuori dall’ordinario ed una capacità di saltare l’uomo imbarazzante. Per gli avversari. Tutte caratteristiche che lo renderebbero perfetto per il 4-3-3 di Torrente e per una piazza assetata di qualità come Bari. Il fatto di non aver lasciato il segno in Spagna può giocare a favore di Angelozzi, ma questa volta bisognerà fare in fretta. Arrivare all’ultimo giorno di mercato e sentirsi dire nuovamente picche sarebbe troppo anche per il paziente diesse siciliano.

Intanto il Bari ha presentato un nuovo progetto giovani. Da ieri è partito ufficialmente il campo estivo organizzato dalla scuola calcio ASD Wonderful Bari, affiliata alla società biancorossa, riservato ai ragazzi nati dal 1996 al 2003. Il progetto tecnico sarà coordinato dagli allenatori del settore giovanile barese Giampaolo, Battisti, Del Zotti e Grandone. Ieri pomeriggio al “De Palo” sono stati presentati i corsi che termineranno il 3 agosto e si svilupperanno in tre gruppi di due settimane ciascuno: 25 giugno-6 luglio, 9-20 luglio e 23 luglio-3 agosto. Durante i corsi ai ragazzi si parlerà anche di fair-play e disciplina agonistica.

Tiziano Tridente

 4,050 total views,  8 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *