Attualità

Attacco Israele, Hamas: “Iran ci ha dato sostegno”. Hezbollah lancia razzi dal Libano

(Adnkronos) – L'attacco di Hamas contro Israele, secondo le ultime news di oggi 8 ottobre 2023, ha causato finora la morte di 300 civili e uomini delle forze di sicurezza israeliane, il ferimento di quasi 2mila persone e un numero imprecisato di rapiti dal sud di Israele e portate nella Striscia di Gaza. Sono invece 256 i palestinesi che sono stati uccisi secondo il ministero della Sanità di Gaza. Quasi 1800 i feriti. Questa mattina i jihadisti di Hamas hanno tentato una nuova incursione nel sud di Israele, nella zona di Eshkol. Lo riporta l'emittente Channel 12 citando abitanti nel kibbutz. Le Forze di difesa israeliane (Idf) insieme alle unità speciale si stanno dirigendo nell'area.  Il portavoce di Hamas, Ghazi Hamad, ha intanto dichiarato alla Bbc che l'Iran ha dato il proprio sostegno a Hamas nell'attacco a sorpresa contro Israele.   Il movimento islamico sciita libanese di Hezbollah ha rivendicato il lancio di colpi di mortaio verso il nord di Israele. In una nota, il gruppo terroristico afferma di aver preso di mira tre siti militari israeliani nella regione contesa del Monte Dov in solidarietà con l'attacco di Hamas contro Israele. In una nota, Hezbollah dichiara che l'attacco con ''un gran numero di razzi e proiettili'' è stato condotto in solidarietà con la ''resistenza palestinese''. Le forze di difesa israeliane non hanno riportato feriti e hanno affermato di aver risposto con colpi di artiglieria. Sono state ''adottate misure in preparazione di questo tipo di possibilità e continueremo a operare in tutte le regioni e in qualsiasi momento necessario per garantire la sicurezza dei civili israeliani", riferisce l'Idf in una nota.  E' salito a 1.864 il numero delle persone rimaste ferite. Lo scrive il Times of Israel spiegando che tra i feriti ci sono 19 persone che versano in condizioni critiche, 326 che sono gravemente ferite e 359 in condizioni moderate. A completare il bilancio ci sono anche 821 persone ferite leggermente e 20 in cura per stress traumatico. Altre 223 persone sono sotto controllo medico.  Tra i rapiti da Hamas c'è una famiglia con la cittadinanza tedesca. E' stato il padre Asher Yoni, cittadino israeliano, a renderlo noto parlando con il quotidiano Bild. ''L'ho subito riconosciuta, Doron Katz-Asher, mia moglie, cittadina tedesca, un terrorista le copriva la testa. Le mie figlie erano sotto una coperta, ma ho riconosciuto la più grande. Sono stati rapite insieme a mia suocera a l suo compagno''. Il video è tra quelli fatti circolare da Hamas. Il padre ha fornito a Bild quattro foto, ritraggono la famiglia felice, le due piccole bambine di cinque e tre anni al mare. La moglie di Asher, con le famiglie, aveva voluto far visita alla nonna, in un kibbutz, vicino alla striscia di Gaza.  La Cina si è detta ''profondamente preoccupata per l'attuale escalation delle tensioni e della violenza tra Israele e Palestina'' e ha rivolto un invito a ''tutte le parti interessate a mantenere la calma e la moderazione, a cessare immediatamente le ostilità, a proteggere i civili e a evitare che la situazione peggiori ulteriormente''. Così il ministro degli Esteri di Pechino in una nota rilanciata dal Global Times.'  —internazionale/esteriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)


Pubblicato il 8 Ottobre 2023

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio