Fitto: “Ennesima beffa per il Sud sui fondi per il ‘Recovery Fund’”
9 Gennaio 2021
Un Bari sprecone: sbaglia un rigore e prende tre legni
11 Gennaio 2021

Auteri: “Servirà determinazione e ferocia”

Si ricomincia, domani prima dell’anno nuovo, e penultima giornata del girone di andata che volgerà al termine la prossima settimana in trasferta nel derby pugliese contro il Bisceglie, ma prima c’è l’esame contro una buona Turris, la quale soltanto un paio di stagioni fa era la rivale numero uno nel girone H della serie dilettanti. Con la Turris servirà tanta ‘garra’ in una partita probabilmente sotto la pioggia e dove mancheranno Celiento e Maita, quest’ultimo a causa del maledetto Covid19 che ha colpito il faro del centrocampo. Il Bari di Auteri è lì a soli sei punti dalla capolista Ternana che affronterà domani un Monopoli arrabbiato da un avvio di stagione sotto tono ed al di sotto delle aspettative. In casa Bari, tuttavia, ieri sempre da remoto come consuetudine il tecnico dei biancorossi Gaetano Auteri ha fatto il punto pre-gara e risposto alle domande dei giornalisti: “Siamo in una posizione in cui dobbiamo recuperare punti. Non esiste margine di errore. Abbiamo le qualità per recuperare questo distacco dalla Ternana. Abbiamo lasciato punti in modo immeritato. Ciò che abbiamo raccolto invece l’abbiamo fatto senza rubare nulla. Ma il calcio alla lunga restituisce tutto: a fine stagione la classifica è sempre veritiera. Un piccolo credito lo abbiamo. Da domani si ricomincia, non ci resta che vincere. Io conosco un solo modo per farlo: fare le prestazioni. Andreoni? E’ finalmente disponibile. In questo momento è recuperato. Citro è guarito, ma non sta come tutti gli altri. Gli indisponibili sono Celiento e Maita”. A tal proposito vista la grave assenza di Maita e non si sa quando sarà nuovamente quasi certo un intervento sul mercato ed il mister ha risposto in generale ed anche sul singolo: “Lo diciamo da tanto tempo, poi qualcuno decide che bisogna giocare 4-5 gare con il mercato in corso. Non c’è una logica giusta in questo. Ai miei ragazzi ho detto che sono strafelice di allenare questo gruppo: ogni elemento ha il mio gradimento. Se ci sarà qualcuno che avrà voglia di avere più spazio, farà una scelta autonoma. Abbiamo bisogno di pochissimo. Difficilmente troveremo calciatori migliori di quelli che abbiamo. C’è qualche piccolo aspetto, legato alla situazione di Maita, è un fatto numerico. Noi siamo degli interpreti, questo è un gruppo forte e non è facile migliorare. Per esperienza, quando si prendono calciatori che non giocano, che vengono da altre squadre, c’è da metterli a posto dal punto di vista fisico, ma ci sono anche le partite. Vi ricordo che ci saranno partite infrasettimanali. In due mesi faremo 11-12 partite”. Sulla Turris di Fabiano, avversaria ostica con giocatori molto interessanti su tutti Pandolfi nel mirino dei biancorossi, nonostante le smentite da ambo i fronti: “La Turris? Una squadra di valore, ma anche noi abbiamo argomenti e motivazioni importanti. Abbiamo affrontato dei discorsi coi ragazzi: c’è grande unità d’intenti. Faremo una grande partita. Il caso Covid? E’ un virus subdolo: basta vedere Minelli. Vedremo, e valuteremo. E’ una malattia che sottrae energie, ti fa stare in isolamento, diventa difficile. Fa parte dell’anomalia di questa stagione. Le mie squadre vanno forte da gennaio? Rientra in un processo di lavoro in cui si cresce: siamo forti come squadra, dobbiamo crescere, sono sicuro che lo faremo. Cosa mi auguro? Abbiamo in mente un solo obiettivo: sarei l’uomo più felice al mondo se realizzassimo il progetto della società. A Bari c’è una comunità straordinaria, dovremo avere una determinazione feroce”. Vincere per continuare a sognare la vetta ma in questo momento soprattutto mettere pressione alla Ternana che come ricordato dal mister, tra qualche giornata avrà anche il vantaggio che il Bari osserverà il turno di riposo. Ma niente calcoli e testa a dare continuità ed uscire quell’orgoglio di appartenenza al Bari che ha una storia ultracentenaria e che non può contare neanche sui propri tifosi.La probabile formazione con il consueto 3-4-3: Frattali; Ciofani, Sabbione, Di Cesare, Semenzato, De Risio, Lollo, D’Orazio, Marras, Antenucci, Montalto.Gli arbitri per il prossimo turno di campionato per Bari-Turris, in programma domenica sono l’arbitro Federico Longo di Paola. Assistenti Carmelo De Pasquale di Barcellona Pozzo di Gotto e Roberto Fraggetta di Catania. Quarto uomo: Luigi Catanoso di Reggio Calabria. I precedenti contro la formazione campana sono soltanto 4 in casa, e nell’ultimo confronto in D, terminò 0-0, mentre poi in trasferta il Bari per 0-1. (Ph. Tess Lapedota)

M.Iusco

 

 316 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *