Leonardo Candellone: “Tornare in serie B è l’obiettivo principale”
23 Settembre 2020
La scomoda penna di Leogrande
23 Settembre 2020

Auteri: “Sono un eterno insoddisfatto”

Manca davvero poco all’esordio in Coppa Italia del Bari con il Tratevere  ieri sera attraverso la pagina ufficiale biancorossa ha parlato mister Gaetano Auteri; “Stiamo ad un punto iniziale: nessuna squadra adesso è al massimo. Ma gli automatismi si raggiungono giocando, quindi partite come quella di domani sono opportune. Si inizia a giocare seriamente. La nostra costruzione? Io sono un eterno insoddisfatto. Dobbiamo sempre inseguire obiettivi massimali: per il tempo che abbiamo lavorato insieme ho visto cose buone e cose da migliorare. Noi dobbiamo fare la partita giusta, niente avviene per diritti acquisiti. L’obiettivo è passare il turno e giocare bene. Ci saranno sicuramente degli errori e ci lavoreremo, questo è normale”. Sul calciomercato, Hamili e Neglia non convocati per scelta tecnica, mentre il capitano Valerio Di Cesare assente per un fastidio muscolare proabilmente a seguito della botta che lo ha costretto ad uscire nel finale di Bari-Casarano (amichevole, ndr) e fuori anche De Risio per una squalifica da scontare. Auteri ha detto in modo schietto senza nascondersi: “Abbiamo fatto delle scelte. Il campionato scorso è finito con Antenucci, Simeri, D’Ursi e Costantino. Più Laribi e Terrani. Si giocava in modo diverso. D’Ursi si era visto poco, fortunatamente ora sta bene, Simeri ha avuto problemi fisici. Ci siamo ritrovati col solo Antenucci. Viceversa, ci siamo trovati con tanti centrocampisti: per la regola delle rose, abbiamo dovuto per forza di cose rimodulare alcune cose. Non potevamo partire con due attaccanti come D’Ursi e Simeri su cui non sapevamo, e abbiamo dovuto rimpinguare, togliendo qualcosa di troppo altrove”. Sulla possibile formazione ha svelato che potrebbero vedersi dal primo minuto molti visi nuovi: “Non ci sono tante scelte. De Risio è squalificato. La formazione non l’ho ancora decisa, devo valutare, anche l’ipotesi di schierare Candellone, Marras e D’Orazio che sono in ritardo. Ma probabilmente giocheranno, magari con dei cambi programmati. Ci muoviamo anche in funzione della gara di domenica”. La probabile formazione: Frattali; Celiento, Perrotta, Sabbione; Andreoni, Bianco, Maita, Scavone; Marras, Antenucci, D’Ursi.

Per domenica, si va verso lo sciopero proclamato dall’AIC Calciatori, sebbene Ghirelli, presidente della Lega Pro abbia annunciato che farà di tutto per scongiurare tale ipotesi che appesentirebbe già gli innumerevoli turni infrasettimanali e la chiusura del campionato che non deve andre in conflitto con i prossimi Europei di calcio. Tuttavia, questa notte nei pressi del San Nicola, i gruppi organizzati hanno affisso uno striscione di contrarietà agli stadi chiusi ed alla possibile riapertura ridotta a mille persone, ecco quanto c’e scritto sullo striscione: “Selezione, distanziamenti, mascherine e prenotazioni – Non saremo attori di queste restrizioni”. A seguire c’è stato anche un comunicato ufficiale congiunto da parte dei gruppi organizzati degli Ultras della curva Nord:

Siamo giunti a poche ore dall’inizio della nuova stagione e non sappiamo ancora se, come, quando e in quanti si potrà accedere agli stadi, tantomeno sappiamo per quanto tempo dureranno eventuali restrizioni che, ad oggi, non sono ancora state rese note nello specifico dagli organi competenti.

Per quel che ci riguarda, in assenza di un’apertura congrua e delle condizioni minime sufficienti per poter esprimere il nostro tifo e vivere la curva con la partecipazione di sempre, saremo costretti a lasciare vuoti i settori che abitualmente occupiamo.

Pur consapevoli della gravità legata a un’emergenza sanitaria che continua a mietere morti e nuovi contagi nel mondo, riteniamo tanto inutile quanto dannosa a livello di immagine un’eventuale riapertura parziale ridotta all’osso, soprattutto se accompagnata dal distanziamento e dall’obbligo di indossare mascherine.

Ad ogni modo, non obbligheremo nessun tifoso a disertare questa forma provvisoria di ingressi contingentati ma allo stesso tempo, chiediamo che venga rispettata la nostra scelta, lasciando vuoti i tre settori centrali che abitualmente occupiamo nella parte superiore della Curva Nord”.

 

M.Iusco

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 939 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *