A Bari in politica si vince anche così: 25 euro a voto!
16 Ottobre 2020
La spada dello Svevo
17 Ottobre 2020

Auteri: “Stupito dal gruppo dei veterani, vogliamo continuare ad emozionare”

La truppa biancorossa al lavoro con doppie sedute gironalmente sarà impegnata la prossima settimana nel turno ifnrasettimanale contro il Monopoli, in trasferta, dato che domenica riposeranno  a causa del ritiro anticipato dal campionato da parte del Trapani (o meglio cancellazione per inadempimenti burocratici e legali, da parte della società siciliana). Ieri ai microfoni della radio ufficiale, RadioBari è intervenuto il tecnico del Bari, Gaetano Auteri che ha tracciato il punto di questi giorni di lavoro: “Siamo rientrati alla normalità – haprecisato in riferimento alla mini sosta, ndr – Era impossibile giocare ogni tre giorni. Abbiamo svolto un buon lavoro. Domenica ci toccherà un turno di riposo, sono giorni importanti perché chi è arrivato dopo può mettersi al pari con gli altri. Sarà comunque una domenica lavorativa. Il mercato? Lo scorso anno il gruppo aveva fatto un campionato importante, c’erano tanti calciatori simili, ad esempio in mezzo al campo. E avevamo necessità di completare il reparto offensivo: numericamente c’era bisogno di togliere qualcosa in alcuni ruoli. Chi è andato via non è perché fosse mediocre”.  Sicuramente tra gli elementi più importanti che sono partiti c’è Filippo Costa, ceduto alla Virtus Entella via Napoli, ma anche la sua cessione è da spiegare soprattutto nell’ordine delle spiegazioni tecniche già date dal direttore sportivo Giancarlo Romairone, soltnato due giorni fa nella conferenza svoltasi da remoto. Tuttavia, a stupire maggiormente il tecnico sono stati gli ‘anziani’ del gruppo: “Alcuni li conoscevo, ma è un po’ presto per determinare una crescita. Se c’è, va confermata e incrementata ulteriormente. Mi ha colpito la disponibilità e l’esperienza del gruppo dei veterani: Di Cesare, Antenucci, Sabbione, Bianco, Frattali, davvero una grande serietà, lo sapevo già, però quando lo verifichi quotidianamente è sempre una sorpresa, danno un grande esempio”. La guida tecnica sulle sue prime impressioni in biancorosso ha affermato: “Cercherò di farmi apprezzare sempre di più. Il pubblico? Mi auguro che si possa riempire lo stadio e che questa emergenza termina. Il calcio è un veicolo sociale, fatto di emozioni. Il calcio senza tifosi non è calcio. Accettiamo questa mini apertura. Nel nostro stadio, con le potenzialità che ci sono, numericamente si potrebbe essere di più, però per adesso va bene anche una piccola apertura”. A Monopoli per i biancorossi sarà la seconda sfida nella sua storia, e l’unico precedente risale allo scorso campionato quando terminò 2-2, con le reti di Antenucci e Sabbione per i baresi, mentre per i gabbiani, Fella e Jefferson.(Ph. Tess Lapedota)

Marco Iusco

 

 191 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *