Emiliano: “Negata la parità di diritto alla salute tra Nord e Sud”
16 Gennaio 2021
Il Bari vice sul fil di lana contro il Bisceglie grazie ad un gol del solito Antenucci
18 Gennaio 2021

Auteri: “Un Bari spietato e perseverante”

Il Bari deve vincere per la sua storia, per i 113 anni compiuti ieri, perché deve accorciare il gap con la capolista Ternana che invece scenderà in campo a Castellammare di Stabia contro le Vespe, e soprattutto per riscattare la mancata vittoria contro la Turris. Un Bari insomma che non può più fallire di qui alla fine se vuole ancora centrare il primo posto ed è possibile, fare i disfattisti non serve a nessuno, Quest’oggi in conferenza stampa è intervenuto come di consueto e da remoto, il tecnico Gaetano Auteri che non ha avuto mezzi termini e come si suole affermare nel mondo di Star Wars quando viene detto ‘Questa è la via’ così la guida tecnica biancorossa ha indicato il percorso del suo Bari: “Vogliamo essere spietati. E’ chiaro che nelle ultime partite abbiamo lasciato qualcosa per strada, ma le prestazioni sono sempre state importanti. Ripartiamo con determinazione. Il calcio è strano: nella partita con l’Avellino abbiamo capitalizzato subito, facendo quattro gol nel primo tempo e creando meno di quanto abbiamo fatto con la Vibonese e la Turris. A me non piace parlare di fortuna o sfortuna: ci sono mancate alcune cose, abbiamo commesso degli errori, dobbiamo essere incazzati. A volte il calcio nel breve qualcosa toglie, ma dobbiamo essere perseveranti”. Sulla Ternana davanti non mancano mai domande: “In teoria e questo il momento che si chiude si chiude il girone d’andata, e le partite stringono. Le nostre partite sono un bivio, dobbiamo decidere che strada prendere. E’ un momento determinante. Non solo la gara di domani sarà un crocevia: vogliamo prendere la strada più dritta e importante”. Sulla formazione il mister questa volta non fa pre-tattica, ha annunciato un titolare oltre a Frattali e fatto capire anche il resto delle mosse: “Andreoni sta bene, ha proseguito il suo percorso, vi do’ un’anticipazione: sarà in campo. Ha un grande impatto fisico, ha le caratteristiche giuste. Celiento non sarà disponibile: Perrotta e Minelli hanno qualità, mi sento lo stesso tranquillo. Minelli, Sabbione e Perrotta danno certezze. Difesa a quattro? Noi proviamo altre cose durante la settimana, nell’arco della gara ci possono essere possibilità diverse. Non vi dico cosa inizialmente faremo, siamo in grado di fare tutto. A parte i numeri, dobbiamo avere un’unica faccia. Citro? Per giocare lui deve uscire qualcuno. Durante la gara è un altro discorso…”. Ergo, tradotto Minelli, Sabbione al centro e Perrotta nel terzetto difensivo, D’Orazio ed Andreoni sulle corsie esterne e Il tridente composto da Marras, Antenucci e D’Ursi. Infine a nostra domanda sul lavoro martellante richiesto sulle fasce ed una battuta sui 113 anni del Bari dove Fascetti un suo maestro ha scritto pagine importanti ha concluso: “Fascetti? Si mi è capitato di sentirlo sui 113 anni del Bari è il ricordo di una storia che mi auguro possa proseguire per più di tre secoli lunga. Sulle fasce? L’ho già detto, a prescindere da Andreoni che sarà della partita dall’inizio ma anche gli altri non hanno fatto male”. A Bisceglie sarà il secondo confronto lo scorso anno sotto la guida tecnica di mister Vincenzo Vivarini terminò 0-3, doppietta di Antenucci ed uno da parte del capitano, Di Cesare che domani sarà assente insieme a Ciofani per squalifica e Celiento che non ha ancora recuperato dal fastidio muscolare. (Ph. Tess Lapedota)

Marco Iusco

 

 322 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *