Il Corridoio Ecologico del Cervaro
19 Novembre 2020
Azienda Sanitaria Locale: l’ira dei dipendenti per i diritti negati
19 Novembre 2020

Banche: i grandi gruppi s’incrociano e i lavoratori tremano

Megaoperazioni finanziarie in vista e il personale dipendente ribolle. Nelle scorse settimane, difatti, si è definita l’acquisizione da parte di Intesa Sanpaolo dell’intero Gruppo UBI Banca e nei prossimi giorni entrerà nel vivo il confronto sindacale, tra le organizzazioni sindacali e le relative Aziende, riguardante le cessioni dei rami d’azienda di Intesa Sanpaolo e UBI Banca a Bper. Sul tavolo negoziale si dovranno affrontare le ricadute sul personale che passerà a Bper, a seguito della cessione di ben 587 Filiali e diverse strutture operative centrali in tutta Italia. Nella stragrande maggioranza ricadenti nel perimetro dell’ex UBI Banca, mentre la cessione dei rami d’azienda si concluderà entro il prossimo mese di febbraio. Il personale che dovrà passare a Bper è costituito complessivamente da 5.107 unità. Un’occhiata alla cartina geografica: in tutto il Sud Italia gli sportelli ceduti a Bper sono circa cento, in Puglia una trentina e precisamente le Filiali di Bari Ag. 2, Bari Ag. 3, Taranto Agenzia Centrale, Taranto Ag. 1, Putignano, Cerignola, Squinzano, Bisceglie, San Giovanni Rotondo, Foggia, San Giorgio Ionico, Francavilla Fontana,  Barletta,  Andria, Corato, Latriano, Manduria, Molfetta, Ostuni,  Torre Santa Susanna, Trani, Mesagne, Carbonara,  Vico del Gargano, Canosa, Grottaglie, San Vito dei Normanni, Margherita di Savoia, Massafra e Ruvo di Puglia. Il Segretario responsabile dell’Area Sud di UBI del Sindacato UNISIN, Gianfranco Suriano è preoccupato per lavoratrici e lavoratori meridionali, in numero consistente, ancora una volta coinvolti in operazioni societarie straordinarie tra Banche. <<L’auspicio è che, come avvenuto sinora in analoghe operazioni, il passaggio dei Colleghi a Bper possa essere gestito attraverso accordi e intese sindacali capaci di garantire, a tutto il personale, il mantenimento di condizioni normative ed economiche adeguate e la possibilità di poter continuare nella crescita professionale. In tal senso –continua Suriano – accogliamo positivamente le prime dichiarazioni di Bper al tavolo negoziale sul ruolo centrale che avranno le Filiali del Gruppo quale elemento imprescindibile nel rapporto con la clientela. Oltre alle tutele dei Colleghi, per quanto possibile, presteremo massima attenzione anche sugli aspetti relativi all’integrazione e riorganizzazione in Bper delle strutture cedute affinché continuino a fornire nei territori meridionali serviti il giusto supporto creditizio e l’adeguata assistenza a famiglie, imprese ed Enti, tanto a maggior ragione in questa delicata, complessa e perdurante fase di emergenza sanitaria dovuta al covid-19>>

 

Antonio De Luigi

 

 423 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *