Sport

Bari aggrappato alla speranza, in attesa di una vera prova di carattere

Manca ormai solo un giorno alla gara più decisiva della Serie B

Manca ormai solo un giorno alla gara più decisiva della Serie BKT che decreterà l’ultima squadra che scenderà di una categoria, preservando da questa sorte la relativa avversaria. Sia il Bari che la Ternana si stanno allenando a porte chiuse per mantenere alta la concentrazione. La società rossoverde ha diramato, a seguito degli allenamenti, che le condizioni dei calciatori sono invariate rispetto alla gara di andata, quindi restano fermi Sgarbi, Favilli e Żuberek, mentre stanno svolgendo lavoro differenziato, tra palestra, infermeria e bordocampo, Capuano, Pyyhtiä e Mărginean. Anche dal fronte Bari non ci sono novità di rilievo, a parte qualche fastidio rilevato da Dorval e Maiello. Sibilli risulta totalmente recuperato dal dolore al polpaccio che lo aveva afflitto qualche giorno prima della gara al San Nicola. Maita è tornato a pieno regime e dovrebbe essere tra i protagonisti della tanto attesa partita di domani. Mentre restano fuori Guiebre, Diaw ed Edjouma. In mattinata si lavorerà alla rifinitura e poi è prevista la partenza della squadra alla volta di Terni.

L’ATTEGGIAMENTO E IL VANTAGGIO – Quale sarà l’atteggiamento della Ternana Calcio di fronte ad una condizione che la vede privilegiata, dai due risultati su tre, sarà il campo a dimostrarlo. Di certo se l’intento sarà quello di gestire l’attuale posizione vantaggiosa, potrebbe risultare pericoloso. Basti pensare all’epilogo della scorsa stagione del Bari, giunto alla finale playoff contro il Cagliari, da situazione privilegiata, in cui sarebbero bastati due pareggi per raggiungere la A. Dopo l’ 1-1 alla Unipol Domus, i giochi furono chiusi al San Nicola con un gol al 96’ di Pavoletti. Bari beffato, quindi, dalla convinzione di avere maggiori possibilità dell’avversario. A ciò andrebbe aggiunto come il rendimento casalingo della Ternana non sia stato ottimale; in campionato hanno fatto peggio delle Fere solo la Reggiana, la Feralpisalò ed il Lecco.

ALLENAMENTI E PROVE TATTICHE – Il Bari, in fase di allenamento, sta perseguendo due vie tattiche. La prima sembra quella del rispolvero del 3-5-2, con un probabile undici di partenza che potrebbe prevedere: Pissardo in porta; Vicari, Di Cesare e Matino in difesa; Pucino e Ricci come quinti; Maiello o Benali come play, Benali o Acampora e Maita come mezzeali; Nasti e Sibilli in attacco. Tale modulo, per buona parte utilizzato da Mister Iachini, era stato accantonato per le carenze di risultati ottenuti e per le difficoltà difensive mostrate dalla squadra, soprattutto nella fase di non possesso e di rientro nella copertura. Da sottolineare come la Ternana abbia dei giocatori notevolmente più giovani dei baresi, per lo più classe 2003-2004, che hanno già mostrato maggiore atletismo nella gara di andata. La probabile motivazione del rispolvero di tale modulo sarebbe nella possibilità di giocare a specchio con la squadra rossoverde. L’altra via che si sta perseguendo è sicuramente quella a cui il Bari di Giampaolo si è affidato dal principio, il 4-3-3 o il 4-3-2-1, con Pissardo in porta; Ricci, Vicari, Di Cesare e Pucino in difesa, Maiello play di centrocampo con Maita e Benali mezzeali; Sibilli e Acampora o Morachioli a sostegno dell’unica punta centrale Nasti.

TIFOSI ALLO STADIO E MAXISCHERMI – Saranno circa 10.000 i sostenitori delle Fere al Libero Liberati domani sera, record stagionale per i rossoverdi. In seguito alla riunione del Gos, è stata vietata la vendita online dei biglietti. Sono disponibili anche i tagliandi per il settore ospiti, dalle 16 di ieri fino alle 19 di quest’oggi, per un totale di 1.919 posti. Ma, come è già noto, al di là del divieto di trasferta per i residenti in Puglia, il settore ospiti sarà vuoto o quasi a causa della solidarietà che i club biancorossi fuori dalla regione vogliono dimostrare al resto dei supporter baresi. Diversamente da quanto successo per la gara di andata, durante la quale all’interno dello stadio Libero Liberati di Terni è stato installato un maxischermo per far seguire ai tifosi rossoverdi la partita del San Nicola, a Bari, nonostante le richieste, non è prevista alcuna installazione di maxischermi, per motivi di ordine pubblico.

LA CARICA DEGLI EX GIOCATORI DI CATUZZI – Michele Armenise e Giorgio De Trizio, bandiere biancorosse del Bari di Catuzzi, a margine dell’evento ‘La gestione della sconfitta dello sport’, tenutosi presso il ‘Liceo Scientifico Sportivo Di Cagno Abbrescia’ di Bari, hanno rilasciato dei loro incitamenti alla squadra del Bari, in vista della finale playout a Terni, ai microfoni dell’emittente televisiva Telebari. Giorgio De Trizio è consapevole della forza della squadra sulla base del tasso tecnico, ma preoccupato dall’omogeneità del gruppo. Infine ha caricato i ragazzi alla riuscita. Michele Armenise, rammaricato dal risultato della scorsa settimana, rimanda all’imprevedibilità del calcio, nella speranza di poter festeggiare una salvezza difficoltosa.

EVENTI A RIDOSSO DELLA FINALE – Intanto, per accompagnare l’attesa della finale playout, è stata organizzata una nuova mostra da Casa Bari, in collaborazione con il Museo del Bari. Questa volta, le protagoniste saranno le maglie degli arbitri. L’evento si terrà dal 22 al 24 Maggio, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 20, presso lo ‘Spazio Place To Do’ del centro commerciale La Mongolfiera di Japigia. L’evento è organizzato con il Patrocinio della Lega Nazionale Dilettanti Puglia, FIGC settore giovanile scolastico, AIA Puglia, AIA Bari e Unione Veterani dello Sport Bari. (ph. Tess Lapedota)

T.L.


Pubblicato il 22 Maggio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio