La crisi del commercio fa paura: “Basta parlare, uniti e ragionando si vince”
9 Giugno 2021
Ancora troppo alto il numero delle vittime giornaliere per Covid nella nostra regione
9 Giugno 2021

“Bari avrà la nuova stazione marittima alla fine del 2022”

Con tutta probabilità e se non ci saranno intoppi Bari avrà la nuova stazione marittima fine del 2022. Lo dice in questa intervista al Quotidiano il prof. Ugo Patroni Griffi, confermato Presidente dell’Autorità Sistema Portuale del Mar Adriatico Meridionale che comprende gli scali di Bari, Brindisi, Manfredonia, Monopoli e Barletta.

Presidente, stazione marittima di Bari, come vanno le cose?

“Abbastanza speditamente. Il bando è stato indetto e attendiamo a breve il progetto esecutivo. Non penso che tarderà molto, con tutta probabilità arriverà a fine di giugno”.

I tempi…

“Come le dicevo, se non ci sono intoppi imprevisti Bari potrebbe avere la nuova stazione marittima alla fine del 2022 e sarebbe un eccellente biglietto da visita. L’ attuale francamente è poco bella, quasi inguardabile con i prefabbricati. Non è all’altezza di Bari”.

Come sarà la nuova e che canoni seguirà?

“Un duplice binario. Naturalmente segue la sua funzione primaria di punto di imbarco e sbarco, ma al tempo stesso punto di incontro per i baresi. Vogliamo una struttura sostenibile, bella, con materiali moderni e che appunto la città possa godere come momento di aggregazione guardando le navi”.

Porto, a livello di crociere e turismo, che cosa vi aspettate?

“Un trend crescente… Speriamo di ritornare ai livelli di prima in quanto il turismo da crociera è fondamentale per la città. Bari Vecchia che ha una sua economia legata a questo tipo di turismo, durante il tempo pandemico si è desertificata. Mi auguro che tornino le 200 navi all’anno di una volta, siamo sulla strada buona con 79 previste”.

Dragaggio, come va?

“Procede spedito. In autunno dovrebbe essere ultimato”.

Porto di Manfredonia, si parla di possibili interessati…

“Non dalla Cina. Vi è l’interessamento di una società di Cipro con un possibile esborso di 350 milioni”.

Bruno Volpe

 297 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *