Sport

Bari calcio, aperte le danze del calcio mercato

Per sabato 6 è previsto il raduno allo Stadio San Nicola di tutti i calciatori tesserati

Sono ufficialmente aperte le danze del calciomercato da ieri, 1luglio. Il Bari, ormai al completo dal punto di vista dell’organico tecnico, è proteso a rimpinguare le caselle del parco giocatori. Per sabato 6 è previsto il raduno presso lo Stadio San Nicola di tutti i calciatori tesserati, compresi quelli che, di proprietà, hanno disputato i loro campionati in prestito presso altre società. Al riguardo si attendono le convocazioni poiché saranno indicative dei nomi dei calciatori che partiranno per il ritiro, dopo i colloqui e le normali visite mediche che si effettueranno fino al 10 luglio mattina. Per il pomeriggio dello stesso giorno è prevista la partenza della squadra per il ritiro di Roccaraso. Molto probabile che alcuni giocatori non verranno richiamati alla base poiché il direttore sportivo, Magalini, assieme al suo valido vice, Valerio Di Cesare, stanno lavorando, già da prima dell’inizio ufficiale della stagione di calciomercato, alle eventuali cessioni a titolo definitivo o prestiti. Si tratterà sicuramente di giocatori che non si ritengono utili alla causa per cui sono state già intavolate soluzioni alternative.

Come riportato dalla testata Passione Bari Radio Selene, è il caso di Daniele Celiento che, protagonista della promozione del Bari in serie B, è stato ceduto in prestito alla Casertana nella scorsa stagione. Per lui il direttore sportivo sta lavorando ad una soluzione definitiva verso il Benevento. Soluzione che potrebbe prevedere uno scambio attraverso il ritorno di Ilias Koutsoupias, il quale vorrebbe tornare a Bari, reduce dal recupero dell’infortunio rimediato tra le fila dei biancorossi. Altra trattativa in cessione è quella che vede protagonista Moussa Manè, ex giocatore della primavera biancorossa che ha maturato in prima squadra uno scarso minutaggio in serie C ed è stato, nell’ultima stagione, alla Recanatese. Per lui si sta trattando per un prestito nell’Altamura. La stessa squadra neopromossa dell’Alta Murgia ha mostrato interesse anche per Andrea D’Errico. Si stanno valutando delle soluzioni per Schiedler, Simeri e gli under Colangiuli e Lops. Achik e Morachioli si giocheranno le loro carte sicuramente in ritiro, anche in virtù del modulo utilizzato da Longo, il 3-4-2-1 o il 3-4-1-2.

Come riferimento per le trattative di calciomercato, le indiscrezioni riguardano informazioni recuperate dalla testata Passione Bari Radio Selene. Per le pedine in entrata, quasi certa sembra essere la trattativa per Costantino Favasuli, centrocampista esterno classe 2004, di proprietà della Fiorentina, che nella scorsa stagione ha indossato la maglia della Ternana, che dovrebbe giungere a Bari attraverso la formula del prestito con diritto di riscatto e controriscatto. Molto probabile anche l’arrivo di Lorenzo Sgarbi, seconda punta classe 2001, di proprietà del Napoli, che ha vestito nella scorsa stagione la maglia dell’Avellino; dovrebbe occupare il ruolo di jolly in attacco. Il Bari sta lavorando anche al prestito di Mattia Compagnon, ala destra di proprietà della Juventus, che nella scorsa stagione ha militato nella Feralpisalò. Si sta valutando anche Manuel De Luca, punta centrale classe 1998 della Sampdoria, con la quale squadra ha solo un altro anno di contratto. Per quanto riguarda la difesa, si continua a sondare per Marco Curto, difensore centrale classe 99, di proprietà del Como, per il quale si potrebbe affondare prima del ritiro. Con molta probabilità potrebbe arrivare a Bari, via Napoli, il difensore centrale Nosa Edward Obaretin, che nella scorsa stagione era a Trento in prestito.

Giuseppe Ambrosino, punta centrale classe 2003 del Napoli sembra, invece, orientato a restare con Vivarini e quindi a seguirlo a Frosinone, dopo il suo trascorso nel Catanzaro. Alberto Cerri, punta centrale del 96, di proprietà del Como sembra non aver avuto nessun contatto dal Bari e vorrebbe restare in A. Alessandro Bianco, centrale classe 2002, ex Reggiana, di proprietà della Fiorentina, non dovrebbe lasciare la squadra toscana.

Per quanto riguarda le trattative in attacco più complesse, il Bari sta puntando su un attaccante di categoria, Pedro Mendes, portoghese dell’Ascoli, dal quale la società marchigiana vuole capitalizzare quanto più possibile, data la retrocessione della squadra, e vorrebbe quindi trattare solo per una cessione definitiva e non per un eventuale prestito. Il suo valore di mercato risulta essere superiore al milione di euro e l’attaccante ha suscitato interesse di molte squadre, tra cui: Sassuolo, Palermo, Verona e Cosenza. Un altro nome caldo è quello di Tommaso Fumagalli, punta centrale del 2000 di proprietà del Como, che al Bari piaceva già dai tempi della serie C durante i quali militava nella Giana Erminio. La società lariana sembrerebbe intenzionata a far partire l’attaccante solo in prestito. Per la questione Partipilo, è molto difficile che si possa delineare prima del ritiro; l’attaccante barese di proprietà del Parma piace all’Empoli, ma sarebbe disposto a scendere di una categoria solo per giocare nella squadra della sua città natale, ovviamente con un ingaggio vicino a quello che gli offre il Parma e a titolo definitivo.

Sicuramente prima della partenza per il ritiro, al Bari servirà avere il portiere titolare. Ecco che in pole per l’ambito ruolo resta Mirko Pigliacelli, estremo difensore classe 93 del Palermo, che ha mostrato gradimento per il capoluogo pugliese, ma resta viva la concorrenza per il suo acquisto di Catanzaro, Pisa e Spezia. Profili alternativi sono: Nicola Leali, portiere del Genoa classe 93, il quale è stato sondato alla pari di Adrian Šemper, portiere croato classe 98 del Como. Semuel Pizzignacco, portiere della Feralpisalò, potrebbe rappresentare un investimento per il futuro, essendo un classe 2001. Le indiscrezioni su Micai, portiere del Cosenza, non hanno avuto evoluzioni.

Molti sono i nomi di calciatori che sono stati proposti al Bari: Sydney Van Hooijdonk, punta centrale olandese classe 2000 di proprietà del Bologna, e Gabriele Calvani, difensore centrale classe 2004 di proprietà del Genoa, in prestito al Pontedera nella scorsa stagione.

Molti altri, invece, i profili che l’entourage barese sta valutando: Filippo Distefano, seconda punta classe 2003 della Fiorentina, in prestito alla Ternana nella scorsa stagione, e Simone Ianesi, ala sinistra classe 2002 dell’Udinese, in prestito al Pontedera nella scorsa stagione; Kevin Bonifazi, difensore centrale classe 96, di proprietà del Bologna, è corteggiato, ma il giocatore sembra stia cercando mercato nella massima serie.

Di sicuro, in settimana dovrebbe sbloccarsi qualche trattativa per l’estremo difensore e per una delle due pedine previste per l’attacco. (ph. Tess Lapedota)

Tess Lapedota

 

 

 


Pubblicato il 2 Luglio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio