Decaro pronto a tagliare o ridurre i servizi, ma non i costi degli inutili Municipi
19 Novembre 2022
Anche se non è quella di S. Nicola, la manna…
22 Novembre 2022

Bari con il dubbio in attacco e come sostituire lo squalificato Maita

Soltanto la settimana scorsa Mignani ai microfoni ufficiali aveva dichiarato che vede in crescita Schiedler facendo capire di puntare sul giocatore franco-tedesco, probabilmente per sostituire Cheddira, che sarà assente con il Como e molto probabilmente anche con il Pisa. Ma poi, si sa i tecnici fanno molte volte pre-tattica, amano mischiare le carte e stimolare anche gli altri giocatori. Di sicuro se nell’ultima gara disputata prima della sosta sono scesi in campo in tre, Salcedo, Schiedler ed Antenucci contro il Como potrebbero anche essere confermati in toto ma alla luce anche dell’ultimo test amichevole disputato domenica all’antistadio contro la formazione Primavera biancorossa guidata da mister Giampaolo, si è messo in mostra l’incognita Ceter, attaccante molto fisico e meno di gamba rispetto a Schiedler, che nel test in famiglia ha realizzato una cinquina, seguito dal solito Mirco Antenucci e con le firme anche di Maita (doppietta), Galano altri due, ed una sola rete per Salcedo, Cangiano e Zuzek. Da capire se il tecnico genovese conceda una chance dal primo minuto a Ruben Botta al posto di Salcedo, anche se quest0ultimo nell’ultima gara ha realizzato il gol del pari. Intanto oltre al nazionale marocchino Cheddira, impegnato in Qatar, per Mignani ci sarà da sostituire anche lo squalificato Maita, al suo posto si candidano Nicola Bellomo che nell’ultima gara ha sostituito bene Folorunsho, anche se qualche chance ce l’ha Benedetti, invece di meno ne ha D’Errico, con quest’ultimo che probabilmente a gennaio potrebbe anche chiedere la cessione. Ma essendoci ancora oltre un mese è fondamentale restare concentrati solo sul campo, anche se a sole sei giornate dal termine del girone di andata, un primo bilancio per tutte le squadre si può fare e se non arriverà qualche scintilla o segnale tangibile da parte di chi ha giocato meno, non solo D’Errico, ma anche Terranova ed altri che non hanno avuto spazio, sono destinati alla possibile cessione nel mese di gennaio. La squadra intanto ieri ha osservato una giornata di riposo mentre da oggi tornerà ad allenarsi in vista della gara di domenica che li vedrà impegnati a Como allo stadio Sinigaglia. Unica nota stonata i pochi posti riservati alla tifoseria barese che sono stati polverizzati nei primi due giorni che erano stati messi in vendita. Alla luce dei numeri fatti registrare dalla tifoseria barese, in casa ed in trasferta, ma soprattutto della grande civiltà e senso di responsabilità anche dei gruppi organizzati stessi, il GOS e le istituzioni locali comasche avrebbero potuto fare di più. Dubbi di formazione comunque a parte, resta che la governance del calcio italiano insieme alle istituzioni dovrebbero far prevalere laddove esistono i presupposti il buon senso ed autorizzare le trasferte, senza limitarle o come spesso accade, in Lega Pro, le fanno disputare anche a porta chiusa. (Ph. Tess Lapedota).

M.I.

 

 

 162 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *