Cronaca

“Bari finestra dell’ecumenismo”, attesa per l’incontro tra Papa Francesco e i Patriarchi

In un’affollata conferenza stampa presso la Sala Capitolare della Basilica di San Nicola a Bari, è stata presentata ieri la visita di Papa Francesco nel capoluogo pugliese del prossimo sette luglio, intitolata: “ Su di te sia pace”, per i cristiani perseguitati e la pace in Medio Oriente. Ha preso la parola l’ arcivescovo di Bari- Bitonto Monsignor Francesco Cacucci il quale ha ricordato il senso dell’evento: “ Ha un respiro cristiano e universale, voluto direttamente dal Papa al quale siamo grati. Il cammino in questa direzione storicamente prende le mosse con Paolo VI, dopo il suo incontro con Atenagora. Preghiamo per la pace in quella martoriata terra, ma anche per i cristiani perseguitati che vivono una situazione di martirio. Oggi la loro presenza in Medio Oriente si è ridotta al quattro per cento ed è un dato grave”. L’ arcivescovo, assieme alla invocazione per la pace, ha ribadito il valore ecumenico del meeting: “Questo è un ecumenismo di popolo, voluto ed apprezzato dalla gente comune, come abbiamo visto recentemente a Mosca e San Pietroburgo, quando tanti russi si sono messi in fila per rendere omaggio alla reliquia di San Nicola. Anche il luogo scelto, la Rotonda Giannella che si affaccia sul Mare Adriatico, lo certifica. Il Papa ha voluto Bari, perchè finestra sull’Oriente, porta del dialogo, nel nome di Nicola, santo di Oriente e Occidente. Sono molto grato alle autorità tutte e agli operatori delle Forze dell’Ordine che stanno attivamente contribuendo a questo evento”. Il Rettore della Basilica, padre Giovanni Distante ha ribadito la vocazione nicolaiana di Bari: “ Esprimo la felicità di tutta la comunità dei padri Domenicani nell’accogliere il Papa. Tale gioia è mista alla sofferenza per le persecuzioni sofferte dai cristiani in Medio Oriente. E’ bello pregare assieme e riflettere. Credo che Bari sia una scelta provvidenziale. Vorrei sottolineare tre immagini della visita papale: accensione della lampada votiva, l’autobus scoperto col quale assieme ai Patriarchi ( ci saranno pure un luterano e una rappresentanza di evangelici, n.d.r.) raggiungerà la Rotonda Giannella, il sagrato della Basilica”. Il Sindaco di Bari, Antonio Decaro, nel suo intervento, ha precisato: “La città è orgogliosa e pronta. E’ un momento storico per tutti noi. Apprezzo il lavoro svolto nel tempo dalla diocesi e dal padri Domenicani. Bari si conferma città del dialogo e della pace, dell’ecumenismo,  grazie alla presenza di San Nicola, dimostrazione che più fedi religiose possono serenamente convivere tra di loro. In qualità di Primo Cittadino ringrazio tutti gli operatori delle Forze dell’Ordine e i dipendenti comunali per il loro impegno”. L’ Assessore Regionale alla Cultura e Turismo Loredana Capone, in sostituzione del Governatore Michele Emiliano, ha ricordato: “La visita del Papa è un onore per tutta la regione ed anche un severo impegno. La Puglia si conferma terra di pace e di incontro”. Alla conferenza stampa ha preso parte un giovane africano, improvvisato cronista, ma  sprovvisto di tessera professionale: un segnale di accoglienza, anche se discutibile. Qualche notizia. Ad oggi sono stati distribuiti dalle parrocchie 50.000 pass invito (si prevedono nelle stime circa 50.000 fedeli provenienti anche da regioni limitrofe). I controlli di sicurezza saranno molto rigidi e severi, mentre il varco stampa sarà da via Spalato. Dirette tv di Rai Uno, Sky, Telenorba, Teleradio Padre Pio e Teledehon.Mentre presso la Sala Capitolare della Basilica di San Nicola si teneva la conferenza stampa di presentazione della visita del Papa a Bari del prossimo sette luglio, in Vaticano, nella sala stampa di via Della Conciliazione, due eminenti cardinali hanno parlato dello stesso evento. Il cardinale argentino Leonardo Sandri, Prefetto per le Chiese orientali ha spiegato il senso dell’evento e ha aggiunto che: “Quello del Papa è un gesto forte nella sua essenzialità. Bari è un luogo simbolico”. Il cardinale svizzero Kurt Koch, già presente a Bari in occasione del rientro della reliquia di San Nicola dalla Russia, ha detto che “Riflette e prega per l’incontro di Bari”.

 

Bruno Volpe


Pubblicato il 4 Luglio 2018

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio