Il club manager Scala: “Non dobbiamo perderci d’animo”
6 Febbraio 2019
La grotta del prete-brigante
7 Febbraio 2019

Bari in netto calo, ma la dirigenza si è fatta sentire

Il club Manager del Bari, Matteo Scala ieri è intervenuto pubblicamente per scuotere la squadra, e l’ha fatto anche al tecnico e giocatori negli spogliatoi chiedendo maggiore cattiveria agonistica e di riprendere quanto prima il ruolino di marcia che nel girone di ritorno sta mancando. Ad oggi, nelle prime cinque giornate sono stati centrati solo nove punti in cinque giornate contro i tredici del girone di andata, dove a fermarli fu sempre la Turris che pareggiò al San Nicola ma senza rischiare di passare in vantaggio. Invece, quella di domenica è stata la seconda sconfitta stagionale, e la seconda consecutiva in trasferta, un trend da invertire prima che sia troppo tardi, e domenica c’è il Marsala da affrontare al San Nicola, la terza in classifica, agguerrita ed in cerca di risultati utili, con il loro bomber Apprezzabile a quota sette gol ed un allenatore Giannuso che venderà la pelle cara pur di uscire dall’astronave barese con un punticino pesante in chiave playoff, e sperando in un passo falso della Turris che farebbe felice tutti anche in casa biancorossa.  La Turris affronterà in trasferta il Castrovillari, reduce da una sconfitta in quel di Rotonda, ma i pugliesi dovranno concentrarsi esclusivamente su loro stessi, senza trovare alibi, e giocando con quella furbizia che gli ha contraddistinti sino a prima della partita con il Roccella, il 23 dicembre. Difficile capire, se sarà schierato daccapo dal primo minuto, Neglia, Simeri e Floriano con magari Brienza a supporto, ma sarà fondamentale l’approccio da subito ed anche possibilmente l’inserimento di Zac Hamlili, il giocatore in questo momento più forte che mister Cornacchini dovrebbe schierarlo sempre dall’inizio invece che relegarlo in panchina come domenica scorsa, e lanciarlo a sette minuti dalla fine. Il Marsala nei precedenti cinque confronti tra le mura domestiche del Bari, mai al San Nicola ha sempre perso e nell’ultimo precedente 21 novembre del 1976, in serie B terminò uno a zero per i pugliesi con gol di Penzo. Domenica, contrariamente all’ultimo precedente disputato nella vecchia C1, si giocherà al San Nicola ed alle ore 14.00 perché la squadra ospite non potrà perdere l’aereo di ritorno previsto nel primo pomeriggio. Brienza e soci, sono chiamati ad un compito difficile ma non impossibile, viste le loro potenzialità, ambizioni e per quello che sino a questo momento sono stati capaci di dimostrare con numeri e vittorie.

Marco Iusco

459 Visite totali, 3 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *