Montezemolo da Bari promuove Monti e boccia Vendola
26 Gennaio 2013
Da Aristofane all’Italia-cloaca
29 Gennaio 2013

Bari: la zona playout non è più così lontana

Termina 1 a 0 la prima partita del 2013, il Bari esce sconfitto in casa dall’Ascoli. I biancorossi appaiono spenti e privi di idee, la difesa continua a mostrare i limiti pre sosta. Ci mette del suo anche il portiere avversario Maurantonio autore di una prova eccellente, in grado di fermare le spinte offensive dei padroni di casa. All’undicesimo del primo tempo è l’ivoriano Tallo neo acquisto dei pugliesi, ad avere la palla per sbloccare la gara, il numero 1 ascolano riesce a intercettare il tiro del numero 17 ed è lesto dopo qualche istante a respingere il tiro di Defendi mandando la palla in corner.Al quindicesimo l’Ascoli passa in vantaggio. Dal rinvio di Maurantonio la palla arriva nei pressi dell’aria all’attaccante Zaza, che salta i centrali del Bari, trovando il goal del vantaggio. Il galletto prova a reagire, ma gli ospiti sono bravi a non condire spazi, giocano molto stretti tra le linee.Al quarantunesimo Lamanna riesce a mandare in calcio d’angolo una palla insidiosa di Scalise servito da Feczesin. Sugli sviluppi dalla bandierina il botta di testa di Zaza finisce alta.A meno due minuti dalla fine della prima frazione di gara è ancora il numero uno marchigiano a rendersi protagonista riuscendo a parare un tiro di Caputo su passaggio di Bellomo. Finisce il primo tempo, nella ripresa dopo tre minuti dal fischio iniziale Zaza salta Dos Santos e la passa a Feczesin che conclude alto. Dopo 7 minuti su tiro da calcio piazzato di De Falco, Maurantonio è ancora bravo a deviare, stessa cosa al sessantesimo il numero ascolano si rende protagonista di un altro intervento decisivo su Bellomo mandandola in angolo. Torrente prova ad allungare la squadra inserendo Galano per Aprile e Iunco per Tallo. Al settantottesimo Iunco l’appoggia a Bellomo, il numero uno ospite si fa trovare nuovamente pronto, sulla respinta Caputo calcia, ma viene fermato per posizione di fuorigioco. A meno di un minuto dalla conclusione sugli sviluppi di un calcio d’angolo Dos Santos calcia male da buona posizione. L’Ascoli conquista tre punti importanti e per il Bari si avvicina alla zona playout. Nel post match è intervenuto in conferenza stampa il tecnico dei galletti Torrente analizzando la sconfitta:” Il loro portiere ha fatto la gara della vita. Non meritavamo di perdere, abbiamo creato tanto, i ragazzi mi sono piaciuti disputando una buona prova e calciando almeno una decina di volte in porta, forse ci è mancato quel pizzico di cattiveria in più sotto porta. Il goal subito era evitabile. Nella ripresa ha cercato di modificare le cose sfruttando gli attaccanti che avevo ancora a disposizione, ma non è servito. La classifica non è bella, il nostro obiettivo resta la salvezza. Sono contento della prova di Tallo e dell’intesa con Caputo e Bellomo, non giocava da sei mesi il suo esordio è stato incisivo. Sul mercato arriva Rossi un terzino di ruolo finalmente, sperando migliori la nostra fase difensiva”. I cambi di Torrente non hanno cambiato volto alla  gara, l’entrata di De Falco ha reso la manovra poco incisiva, gli unici spunti interessanti che hanno messo in difficoltà la difesa di mister Silva sono arrivati da Bellomo, sempre al centro delle voci di mercato. Bisognerà invertire subito il trend negativo, quei 5 punti di distacco dal Vicenza non sono troppi, si va a Terni e chissà che questa sconfitta possa dare la scossa giusta, magari evitando di trovare un portiere nella giornata di grazia e cambiando qualcosa; spostando Polenta al centro e dando spazio a centrocampo a Sciaudone il quale quando è stato chiamato in causa ha sempre ben figurato. L’attacco rimane il reparto più assortito, Tallo si è subito ben inserito, potrebbe far rifiatare Caputo, Iunco ripresosi a pieno dall’infortunio rappresenta un elemento su cui far affidamento, Galano e Fedato le armi da sfruttare per dare maggior spinta alla manovra offensiva.Sul fronte mercato Angelozzi ha ufficializzato l’arrivo del terzino sinistro di scuola Juventus proveniente da Parma Andrea Rossi, 26 anni, quest’anno ha collezionato 15 presenze in 22 giornate. In uscita per l’attaccante Visconti la scelta si restringe tra Andria e Vigor Lamezia. Per quanto riguarda la situazione Bellomo le cose potrebbero sbloccarsi negli ultimi giorni di mercato; alcuni emissari dell’Inter nei prossimi giorni dovrebbero incontrarsi con un la dirigenza barese, per chiudere l’affare con la possibilità di lasciare il ragazzo in Puglia fino a fine stagione, prelevando la metà del cartellino in possesso del club di via Torrebella.

Davide Annicchiarico

 670 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *