Il canto della carne
15 Giugno 2021
Il Bitonto ai playoff da quarto in classifica
15 Giugno 2021

Bari-Mignani verso l’accordo

E’ stato dichiarato la settimana scorsa nel corso della conferenza della Ssc Bar dal direttore sportivo stesso, Ciro Polito: “Lavorerò in piena autonomia” e così è, in effetti, perché a giorni, già entro il tardo pomeriggio di oggi o massimo entro mercoledì sarà annunciato il tecnico ed a seguire la presentazione. Il diesse aveva dato indizio sul profilo che avrebbe scelto: ‘Un allenatore giovane, con fame, idee ed una struttura di gioco consolidata e voglia di mettersi a disposizione di questa società e piazza. Nella mia testa ho già un candidato’, così parlò Polito, qualche giorno fa, uno che nel corso della sua breve ma intensa carriera di dirigente ci ha sempre messo la faccia ed assunto le sue responsabilità, senza usare giri di parole, ma diretto e con l’unica mentalità che porta lontano, quella del lavoro. L’ex calciatore di Samp, e bandiera del Siena soprattutto dove ha anche allenato portandola ad una finale di playoff persa contro il Cosenza di mister Braglia, ovvero mister Michele Mignani da giovedì scorso ha scavalca toto tutti i pretendenti al seggio lasciato vacante da Auteri, e dovrebbe salvo colpi di scena dell’ultima ora essere lui il nuovo primo condottiero, che avrà il delicato e difficile compito di restituire entusiasmo alla piazza biancorossa e soprattutto quello di conquistare il traguardo della promozione. Mignani, oramai si può definire ex tecnico del Modena che ha annunciato già dalla scorsa settimana che non rinnoverà il contratto al proprio allenatore, viene dalla gavetta iniziata nell’Olbia in D, vincendo i playoff e consentendo alla formazione sarda il ripescaggio in Lega Pro. Dal 2017/2018 è stato protagonista per due stagioni sulla panchina del Siena, conquistando prima un secondo posto (e la finale playoff persa contro Cosenza, come già scritto, ndr) e poi un terzo nella stagione successiva con l’uscita anzi tempo al Primo Turno dei playoff. Nelle ultime due stagioni ha centrato con i canarini il nono posto e quarto nell’ultima annata, in entrambi ha conquistato i playoff. Il marchio di fabbrico è il 4-3-1-2 ma ha dimostrato intelligenza tattica e di cambiare anche con altri moduli. Auteri è ad un passo dalla risoluzione consensuale e all’ufficializzazione al Pescara, dove si potrebbe portare con in Abruzzo, il mediano Carlo De Risio in forza al Bari. Per il rinnovo di capitan Di Cesare, il diesse Polito parlerà con il giocatore e se il giocatore dovesse accettare un ruolo da chioccia potrebbe rimanere. Mentre diventa un duplice obiettivo, Riccardo Brosco e Pucino: il primo difensore centrale dell’Ascoli col vizio del gol e che non rinnoverà contratto con l’Ascoli, ma sul giocatore ci sono anche i club di serie B; il secondo è un difensore di spinta all’occorrenza anche esterno, ma l’eventuale arrivo di Pucino farebbe saltare la riconferma di Sarzi Puttini, in prestito secco dall’Ascoli. Il reparto però che suscita sempre maggiore interesse è quello dell’attacco e lì due sono i nomi caldi, quello di Dionisi, trascinatore della salvezza dell’Ascoli e l’altro è quello dell’ex Inter e Chievo, Ruben Botta, ala offensiva e trequartista argentino in forza alla Sambenedettese in questa stagione.

M.I.

 281 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *