Sport

Bari vinci con il cuore: un’intera città con il fiato sospeso

Ai posteri l’ardua sentenza: ogni riflessione sulla stagione sarà rimandata al dopo gara

Tempo scaduto per il campionato di Serie B per Bari e Ternana. Si scende in campo questa sera al Libero Liberati alle 20,30, davanti al record stagionale dei tifosi rossoverdi. Oltre 10.000 i ticket staccati per la compagine di casa, mentre oltre 200 i biglietti venduti nel settore ospiti, nonostante il divieto di trasferta per i residenti in Puglia e la solidarietà mostrata dai club biancorossi presenti su tutto il territorio italiano. Il resto dei tifosi saranno incollati alle tv e riuniti nei club o nei locali che trasmetteranno la partita, tutti con il fiato sospeso. Dimostrazione questa di grande amore e passione, capace di superare ogni divieto e difficoltà.

IL PATHOS – Le sensazioni delle due piazze sono molto contrastanti. A Terni, località delle più grandi cascate d’Europa, le cascate delle Marmore, anche citate da Vittorio Alfieri nella sua autobiografia per la loro estrema bellezza, l’entusiasmo regna sovrano. Si tratta di un’energia positiva, frutto della buona prestazione motivazionale effettuata al San Nicola la settimana scorsa, che ha consentito alla Ternana di riacciuffare il pareggio all’ 82’, grazie ad un tiro di Gastón Pereiro, poi deviato da Valerio Di Cesare. Le Fere, grazie a quel pareggio, mantengono il vantaggio determinato dalla classifica avulsa, che vede la squadra umbra davanti al Bari con 43 punti, 2 in più dei pugliesi, che le consentono di avere due risultati su tre in questa sfida playout. La Ternana potrebbe anche chiudere i giochi grazie ad un pareggio a reti bianche, per restare in B. Sostanzialmente diversa la situazione nel capoluogo pugliese dove, invece, regna l’ansia e la preoccupazione per una delusione. La squadra biancorossa era stata costruita per giocare e vincere i playoff e, invece, si trova ad affrontare una situazione estremamente opposta e pericolosa. I baresi devono necessariamente vincere, ma ciò che scoraggia l’ambiente è sicuramente la mancanza di risultati ottenuti in campionato. Infatti la compagine biancorossa non riesce a vincere fuoricasa dal 29 Ottobre scorso.

IL COMPLEANNO DEL CAPITANO – Oggi il capitano Valerio Di Cesare compie 41 anni e questa con la Ternana potrebbe essere la sua ultima partita di calcio giocato. Doppio carico di emozione per il numero 6, che vorrebbe chiudere la carriera con un obiettivo da raggiungere sicuramente ridimensionato, ovvero la salvezza. Di Cesare parla del suo ritiro da un po’, ma aveva deciso di riprovare a portare il Bari in A in questa stagione, dopo la mancata promozione per un soffio lo scorso 11 Giugno, nella finale playoff contro il Cagliari. Ora la priorità del capitano sarà quella di chiudere la propria carriera con dignità, lasciando il compito di riportare il Bari in A a chi lo succederà ma, per farlo, il suo Bari dovrà battere necessariamente la Ternana di Breda.

LE DICHIARAZIONI DI BREDA – La società del Bari prosegue nella via del silenzio, anche nel pre-gara di una partita importante come questa finale. La squadra è partita ieri pomeriggio alla volta di Roma in aereo, per raggiungere Terni in pullman. Breda, invece, si è concesso alla stampa, mostrando molta cautela dinanzi alla gara che si apprestano ad affrontare. Ha dichiarato ai colleghi della sala stampa del Libero Liberati che il carico emotivo che si portano dietro è tanto. Il mister è consapevole che sarà importante l’apporto di tutti. Per il tecnico delle Fere è la prima volta che si trova ad affrontare i playout, diverse invece le esperienze di playoff e, a tal riguardo, ha sentenziato come gli spareggi per la salvezza abbiano un sapore più amaro di quelli per la promozione, poiché in due gare ci si gioca l’intera stagione e la categoria. Il rischio di retrocedere spaventa di più rispetto all’ansia di salire. Per questo, Breda ha affermato che sarà importante interpretare, nel modo corretto, tutti gli episodi. Consapevoli del percorso fatto fino a qui e delle fatiche sostenute, sanno che ciò che conterà sarà il risultato finale e chi si iscriverà al campionato di Serie B nella prossima stagione. Affrontando il capitolo Bari, il tecnico rossoverde ha asserito che i biancorossi hanno interpreti importanti e che bisogna avere il massimo rispetto delle loro caratteristiche e del loro valore. A prescindere dal risultato dell’andata, sostiene che tutto sia ancora da definire e che le due squadre abbiano il 50% di possibilità di riuscita. Giocare davanti al pubblico di casa, con il tutto esaurito, deve essere una spinta in più, ma non bisogna galvanizzarsi troppo perché sarà una battaglia e ci sarà da soffrire. In caso di permanenza in B, Mister Breda ha l’opzione per il rinnovo di contratto.

LE PROBABILI FORMAZIONI – La Ternana molto probabilmente confermerà il modulo e l’11 di partenza della gara di andata. Breda potrebbe schierare i suoi uomini con il 3-5-2: Iannarilli in porta; Dalle Mura centrale di difesa con Lucchesi e Casasola braccetti rispettivamente di sinistra e destra; Carboni e Favasuli come quinti; Amatucci regista, Faticanti e Luperini esterni di centrocampo; Distefano e Pereiro in posizione avanzata.

Ancora non a disposizione, nelle fila biancorosse, Guiebre, Edjouma e Diaw. Novità tra i convocati risulta essere il ritorno tra gli attaccanti di Akpa-Chukwu. Il Bari potrebbe optare per un cambio di modulo, andando verso il 3-5-2, che metterebbe la squadra barese in campo in modo speculare rispetto agli umbri. La probabile formazione potrebbe essere: Pissardo in porta; Di Cesare centrale difensivo, Vicari braccetto sinistro e Pucino braccetto destro; Ricci e Dorval come quinti; Maiello in cabina di regia con Benali e Maita esterni; Sibilli e Nasti in attacco. (ph. Tess Lapedota)

T.L.


Pubblicato il 23 Maggio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio