Fuga in massa dall’Udc in vista di probabili debacle elettorali
22 Febbraio 2013
Tombe di guerra in fondo al Canale
23 Febbraio 2013

Bellomo:” A giugno penserò al mio futuro, darò il massimo sul campo per salvare il Bari”

Vigilia di campionato per il Bari, in attesa del prossimo turno sul campo del Silvio Piola di Vercelli. Nella giornata di giovedì la squadra sotto la guida di mister Torrente ha effettuato un allenamento pomeridiano, svolgendo l’allenamento al San Nicola. E’ rientrato in gruppo Sabelli dopo aver smaltito gli acciacchi, differenziato per Romizi e Albadoro. Appare sempre più improbabile la presenza in campo domani del centrocampista cresciuto nel vivaio della Fiorentina, tornato in campo contro il Crotone per un infortunio ai flessori, è stato vittima di una ricaduta durante lo stesso match, abbandonando anzitempo la gara. Torrente deve sciogliere alcuni dubbi legati alla formazione, le scelte dipenderanno dalla condizione effettiva degli infortunati. A causa della probabile assenza di Romizi, Daniele Sciaudone dovrebbe rientrare dal primo minuto, dopo aver scontato la squalifica, assieme a lui a centrocampo saranno confermati De Falco e Bellomo. Il tecnico campano confermerà il modulo 4-3-3, con Dos Santos al centro della difesa assieme a Ceppitelli. Sulla sinistra giocherà Andrea Rossi, che pare abbia recuperato dall’attacco influenzale e destra partirà Ristovski favorito su Sabelli. L’attacco, che rappresenta il reparto più assortito, è tutto da decifrare. Appare scontato l’inserimento nell’undici titolare di capitan Caputo a cui si dovrebbero affiancare Ghezzal ed uno tra Galano o Fedato. Non è escluso l’inserimento di Iunco come esterno al posto del franco-algerino. Poche chance per Tallo. La gara del ventisettesimo turno tra Pro Vercelli e Bari sarà diretta dal signor Massimiliano Irrati della sezione di Pistoia, alla prima direzione con entrambe le squadre in questa stagione. Irrati sarà affiancato dai guardalinee Pegorin e Cucchiarini, quarto uomo sarà il sig. Brasi, assistente arbitrale il sig. Rosso. Nei biancorossi ha parlato il gioiello di casa, ovvero Nicola Bellomo dando una chiara spiegazione sul momento di scarsa forma attuale, ripercorrendo la partita d’andata dove lo stesso giocatore fu protagonista in positivo sul campo neutro dello stadio Degli Ulivi di Andria:” Fu una grande serata per me, la prima doppietta in B. Due bellissimi gol che ci regalarono la vittoria. Sabato sarà un’altra partita, molto difficile, daremo il massimo per uscire da questo periodo. A livello fisico non abbiamo problemi, forse il tutto è dovuto ad un calo mentale. Ci serve ritrovare la vittoria per il morale. Personalmente so che nelle ultime partite non ho dato il massimo, ma un momento negativo può capitare nel corso di una stagione. Preferisco che sia il campo a parlare. Riguardo il mio futuro non mi ero creato alcuna aspettativa, se si fosse creata una buona possibilità di passare in qualche club importante sarei stato contento, sapendo che avrei terminato il mio campionato in Puglia. Sono tranquillo a giugno vedremo cosa succederà. Cercherò di dare il massimo in campo, andando contro le critiche di qualcuno e ai fischi dei tifosi. Ci serve una vittoria. Anche se ricordo a tutti che senza la penalizzazione avremmo 33 punti in classifica e non credo che nessuno avrebbe messo in dubbio il nostro cammino”. Del medesimo parere il direttore sportivo Guido Angelozzi il quale ha commentato l’attuale situazione del club sia dal punto di vista economico che sportivo, chiarendo la questione sui pagamenti effettuati nei giorni scorsi dalla proprietà che hanno permesso di evitare un’altra penalizzazione in classifica:” Il rischio penalizzazione non c’era, la proprietà ha mostrato il suo attaccamento verso il Bari. Sul piano giocato, i risultati tardano ad arrivare; vedo un miglioramento e una ripresa e sono sicuro che tornerà brillante come inizio torneo. Con 33 punti senza quel meno sette la situazione sarebbe totalmente diversa e ci permetterebbe di stare più sereni. Sono fiducioso, dobbiamo ritrovare la calma, abbiamo giocatori di qualità e un ottimo allenatore usciremo da questa crisi”. La Pro Vercelli schiererà in difesa Martino Borghese, a centrocampo Filkor e Greco in attacco, tre ex baresi. Proprio l’attaccante dovrebbe comporre il duo offensivo con Ragatzu nel 4-4-2 di Braghin. Un Bari chiamato alla vittoria, importante per morale e soprattutto per la classifica; occorrerà ritrovare serenità e punti per uscire dalla quella famosa crisi che ha contraddistinto le uscite post sosta. La Pro Vercelli dal canto suo giocherà al massimo, in quanto occupa la penultima posizione in classifica, con un distacco dai biancorossi quartultimi di ben 9 punti, per sperare almeno nei playout. Un trionfo casalingo accorcerebbe la distanza permettendo ai piemontesi di poter rientrare in gioco. Una sfida delicata sotto tanti aspetti, Torrente è chiamato a ridar carattere ai suoi, nella speranza di dare una sterzata alla stagione.

Davide Annicchiarico

 621 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *