Iacp: “I lavori in via Caduti Partigiani sono quasi terminati “, ma i residenti negano
7 Marzo 2013
Sulle Tremiti amore e polvere da sparo
8 Marzo 2013

Bellomo: la salvezza barese passa anche dalle sue prestazioni

Vigilia di campionato in casa Bari e Juve Stabia, entrambe le compagini stanno preparando al meglio la gara.  Si entra nella fase calda della stagione, in cui non sono ammessi passi falsi.Le vespe arrivano in Puglia vogliosi di far risultato e rimanere ancorati alla zona playoff, quest’ultimi non più un miraggio dopo la vittoria del Padova a Verona contro l’Hellas nel posticipo di lunedì. Arbitro della gara sarà il sig. Palazzino, assistenti il sig. Gava e Collela, quarto uomo il sig. Zappatore, assistente arbitrale il sig. PapiniIl tecnico Braglia può contare nuovamente sull’attaccante nigeriano Jerry Mbakogu rientrato dopo lo stiramento agli adduttori che lo ha tenuto fermi per mesi; il giocatore si è sottoposto lunedì ad una visita di controllo a Roma, avendo il benestare dei medici per tornare in campo. Nella prossima sfida del San Nicola rientrerà per gli ospiti il difensore centrale Figliomeni, costretto a saltare le ultime tre apparizioni per infortunio. Il giocatore ha recuperato a pieno e dovrebbe far parte dell’undici che scenderà in campo.Nei gialloblù ha parlato il secondo presidente Franco Giglio sottolineando la buona stagione dei suoi disputata fin qui:” Non credo ai playoff, abbiamo dimostrato di essere discontinui, evidentemente qualche elemento sente maggiormente la pressione più degli altri. Dobbiamo parlare di salvezza e lottare per raggiungere l’obiettivo il prima possibile. In generale però sono soddisfatto perché siamo in linea con i nostri programmi. Magari dopo averla raggiunta i ragazzi potrebbero essere più tranquilli. Il nostro tecnico sta facendo bene anche senza avere in organico un attaccate da doppia cifra, sono convinto che riusciremo a migliorare la posizione dell’anno scorso”.In casa Bari sembra tornato il sereno dopo gli scarsi risultati conquistati nel periodo post sosta.Torrente non potrà contare su quattro elementi importanti come Ceppitelli e Caputo squalificati e Sabelli e Romizi entrambi infortunati. Rientrerà Nicola Bellomo, il numero 10 barese è chiamato a prendere per mano il galletto in questo finale di stagionale, perché non saranno sufficienti i tre punti di Vicenza, i biancorossi sono tenuti a mantenere questo ritmo fino alla fine. Con le sue doti dovrà dimostrare di essere il vero leader e trascinatore, superando il momento d’appannamento fisico e mentale degli ultimi mesi. L’esempio chiaro è quello di Caputo, il capitano barese dopo aver passato un momento buio, dovuto alle voci delle vicende del calcio scommesse che rischiavano di vederlo travolto, si è ripreso andando a segno nelle ultime partite. I suoi gol oltre a permettergli di superare il record stagionale precedente di 10 marcature, ha dato la possibilità al Bari di conquistare tre punti fondamentali alla rincorsa alla salvezza contro una diretta concorrete. Caputo ha messo a tacere tutti i suoi detrattori chiamando il gruppo a stringersi attorno all’allenatore, duramente criticato per le recenti prestazioni. Significativo a tal proposito l’abbraccio a fine partite tra i due ripreso dalle telecamere dopo il fischio finale dell’ultimo turno. Un segnale utile a ricompattare la squadra per tenere saldi gli obiettivi e gli intenti stagionali. Bellomo può diventare grande, ha tutte le doti tecniche e se riuscirà a reggere le pressioni mediatiche, il ragazzo potrebbe avere tutte le carte in regola per un futuro roseo e ad alti livelli. Di questo ne è convinto l’ex tecnico della Primavera barese Pietro Maiellaro, avendolo allenato nel settore giovanile:” Nicola sta attraverso un periodo poco brillante, ma è uno che non si lascia buttare giù. Trascinerà il Bari in questo finale di campionato, se deve andar via dalla sua città deve farlo da vincitore”. Non è escluso che il giocatore abbia risentito delle voci relative al calcio scommesse che lo hanno toccato, le dichiarazioni dei pentiti Masiello, Stellini ed Esposito hanno però dimostrato la totale estraneità del talento barese, all’epoca dei fatti ancora un ragazzino. La salvezza passa anche dai suoi piedi. Mister Torrente potrebbe riconfermare il modulo visto contro i vicentini, un 4-2-3-1 con Lamanna in porta, difesa composta da Rossi, Altobello, Dos Santos, Ristovski, Polenta e Sciaudone d’avanti alla difesa, tre trequartisti con Iunco, Bellomo e ballottaggio Ghezzal-Galano, in attacco Tallo potrebbe sostituire lo squalificato Caputo.Vietato sbagliare, l’avversario è molto temibile, ma se il Bari mostra l’atteggiamento giusto che ne ha contraddistinto l’inizio di campionato, può farcela e proseguire sulla striscia vincente di Vicenza.

Davide Annicchiarico

 670 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *