Letti tagliati, ma gira la giostra dei convegni a spese delle Asl
6 Giugno 2012
Caligola imperatrice, l’altra pelle
7 Giugno 2012

Calcio e scommesse: arriva il momento dei “baresi”

La Procura Federale apre le porte agli ex giocatori del Bari. Il secondo filone dell’inchiesta riguardante le scommesse è partito veloce come un razzo, i magistrati lavorano sodo e la giustizia sportiva ha fretta di sistemare le cose. Stefano Palazzi ha fissato le audizioni ed in una settimana verranno ascoltate 37 persone. A sorpresa, ma neanche poi tanto, sono stati inseriti nella lista anche i due allenatori protagonisti della passata stagione ed il direttore sportivo ancora oggi al comando delle operazioni di mercato relative al club di Strada Torrebella: Giampiero Ventura, Bortolo Mutti e Guido Angelozzi. La giustizia sportiva vuole vederci chiaro. A Roma vogliono capire quante partite dei biancorossi sono state manipolate a scopo di lucro, fin dove la responsabilità della società può definirsi oggettiva e se possono esserci le peculiarità dell’omessa denuncia.
Ecco la lista delle audizioni stilata da Palazzi. Oggi verranno ascoltati Fabrizio Miccoli (Palermo), Francesco Della Rocca (Palermo), Sergio Almiron (ora al Catania, ma ex biancorosso), Daniele Portanova (Bologna), Jean Francois Gillet (Bologna, ex capitano dei galletti), Gaby Mudingayi (Bologna) e Archimede Morleo (Bologna). Domani sarà il turno di Emiliano Viviano (Palermo), Simone Bentivoglio (Padova, ex Bari), Nicolò Cherubin (Bologna), Henry Damian Gimenez (Bologna) e Bortolo Mutti (allenatore Palermo, a Bari nel periodo più incriminato). Lunedì sarà il turno di Giampiero Ventura (allenatore Torino, mister libidine nei tempi d’oro baresi). Martedì il vero boom degli ex biancorossi. Verranno infatti ascoltati Riccardo Meggiorini (ora al Torino), Massimo Donati (finito al Palermo), Salvatore Masiello (anche lui al Torino), Stefano Guberti (sempre Torino), Alessandro Parisi (ancora Torino) ed Antonio Bellavista (ex capitano del Bari e perno di tutta la squallida vicenda). In più, Daniele Paponi (Bologna), Albin Ekdal (Cagliari) e Stefano Morrone (Parma). Mercoledì sarà la volta di Marco Rossi (ex galletto ora al Cesena) e Cristian Stellini (tra gli artefici della promozione nell’anno di Conte ed ora collaboratore tecnico alla Juventus). Ma il pezzo forte di giornata è rappresentato da Guido Angelozzi. Il diesse biancorosso dovrà spiegare a Palazzi quel “tappatevi le orecchie e giocate” che avrebbe detto a Gillet nel momento in cui il capitano avrebbe riferito ai piani alti del San Nicola di pressioni arrivate a mezzo Ultras. È lì che il Bari potrebbe cascare nell’omessa denuncia. Poi verranno ascoltati Ivan Radovanovic (Novara), Matteo Rubin (Bologna), Nicola Pavarini (Parma) e Simone Pepe (Juventus). Giovedì chiusura delle audizioni con gli ex Nicola Belmonte (ora al Siena) e Abdelkader Ghezzal (al Levante). Sempre giovedì verranno sentiti anche Marco Di Vaio (Mls Montreal Impact), Evangelos Moras (Cesena), Andrea Esposito (Lecce), Luca Siligardi (Livorno), Massimo Mutarelli (Atalanta), Cristiano Lupatelli (Genoa).
Sul fronte calcio pulito, il Bari avrebbe definito ieri mattina la permanenza in biancorosso di Marco Romizi. L’accordo d’onore tra Angelozzi e la Fiorentina era stato definito già nel mese di gennaio, ma tra qualche giorno dovrebbero arrivare anche i crismi dell’ufficialità. Il ragazzo dovrà dimostrare di aver superato i problemi al ginocchio che non gli hanno consentito di giocare l’ultima fase della stagione, ma per la squadra dell’anno prossimo è di sicuro un ottimo punto di partenza.
Tiziano Tridente

 10,647 total views

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *