Tronchetti Provera: “I giovani contribuiranno alla trasformazione”
3 Dicembre 2022
“Necessità di chiarezza per le assunzioni all’Arpal”
3 Dicembre 2022

Cantieri pericolosi tra via Manzoni e via Crisanzio

Carreggiate che si restringono senza alcun preavviso, muri di lamiera che impediscono il passaggio di auto e pedoni con le luci di preavviso spente anche di notte e tanto altro. E’ piuttosto vario e denso di pericoli il panorama della mancata sicurezza attorno ai cantieri che spuntano come funghi in Città. Tanto che è stato costretto a rivolgersi direttamente ad Assessore ai Lavori Pubblici e Comandante della Polizia Locale l’ex consigliere del Comune di Bari Luigi Cipriani, da tempo segretario del Movimento “Riprendiamoci il Futuro”. Il suo obiettivo fotografico ha scandagliato alcuni cantieri soprattutto nelle principali strade del quartiere Libertà, dove da tempo sono tanti i cantieri stradali carenti di segnaletica luminosa lampeggiante. Quei segnali, tanto per capirci, che servono a evidenziare la presenza del cantiere e soprattutto delle lamiere che lo delimitano spesso più vicine al centro della carreggiata, che ai bordi del marciapiedi. E Cipriani, senza farsi pregare troppo, s’è trasformato in fotoreporter e fermato l’obiettivo a via Via Dante, nel tratto tra Trevisani e la via Manzoni, ma anche all’angolo con via Pietro Ravanas e in via Crisanzio nel tratto da Via Eritrea e Manzoni. Laddove, appunto, da tempo sono presenti cantieri stradali aperti, ma con i dispositivi di segnaletica lampeggiante non funzionanti. <<Quest’anomalia, soprattutto nelle ore notturne, potrebbe favorire incidenti a danno delle le automobili, ciclomotori e finanche biciclette che percorrono le citate strade>>, verga l’ex consigliere comunale barese nella missiva già trasmessa all’assessore Giuseppe Galasso e al Comandante Michele Palumbo. Insomma, com’è possibile che in quei cantieri i dispositivi di sicurezza non avvertono della loro presenza gli automobilisti e i pedoni? Scontata l’istanza di verificare le eventuali responsabilità di chi non rispetta quanto previsto in materia di sicurezza nei cantieri stradali, tenendo ben presente che il rischio non è soltanto per gli operai dei cantieri, ma anche a carico di chi guida le automobili che passano nei pressi di quei cantieri stradali. Ma vediamo, cosa bisogna fare per governare al meglio gli ostacoli posti in strada per un certo periodo allo scopo di ripristinare asfalto, procedere con lavori che possono anche avere una durata variabile? Ebbene, secondo il Codice della Strada la segnaletica di sicurezza in un cantiere stradale prevede segnali mobili e luminosi fissi o temporanei. Segnali presenti in tutti i luoghi in cui operano i lavoratori e che nei centri abitati sono sottoposti a controlli da parte degli agenti comunali. (fradema)

 327 total views

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *