Massimo Donati si ri-presenta: “A Bari per riportarlo dove gli compete”
29 Agosto 2014
Prorogata la gestione del bar nel Policlinico, in attesa di un bando che ancora non c’è
29 Agosto 2014

C’etra una volta ed or non c’è più

Originalità, coraggio e buon gusto sono alla base della scelta (vincente) di quattro giovani artisti tarantini che compongono la compagnia Colpo Di Scena. Qualche sera fa questo pimpante quartetto era in cartellone a Giovinazzo nell’ambito della rassegna teatrale che in quella città Moduloesse cura da quindici anni. Consensi calorosi per ‘C’etra una volta’, questo il nome di uno spettacolo scritto da Gianluca Ferrarese che per un’ora ha rispolverato i fasti del Quartetto Cetra. Con rispetto affettuoso Lucia Bax, Gianluca Ferrarese, Marcello e Maurizio Pulito si ispirano alla formazione composta da Lucia Mannucci, Tata Giacobetti, Felice Chiusano e Virgilio Savona e ne distillano un più che valido surrogato. Così, ‘C’etra una volta’, che si avvale della direzione scenica di Stefania Marangio, scorre con brio in due tempi. Nel primo tempo si finge che i quattro irripetibili – accompagnati al piano dal maestro concertatore Alex Di Donna – si incontrino in studio al fine di provare il prossimo show. Gag, baruffe e dispettucci ‘condiscono’ una micro esibizione di gusto informale che ripercorre una selezione di hits. Nella seconda frazione i Cetra, agghindati nell’abito di scena e ancora accompagnati da Di Donna, sono sul palcoi di un innominato teatro dove propongono un’altra gaia dozzina di successi, questa volta eseguiti con quel senso ironico dello spettacolo di cui solo loro erano (e resteranno) capaci. Ad arricchire il secondo tempo concorre la simpatia di Stefano Zizzi, nei panni di un grossolano presentatore. Col celebre, festoso ‘Nella vecchia fattoria’ cala l’ideale sipario in mezzo a un sottile e diffuso magone : Dove più lo spirito di quei giorni di struggente bellezza? C’etra una volta…. ed or non c’è più. Pazienza, andiamo avanti lo stesso. E mai dire mai. Augurarsi che quella magia si ricrei è doveroso esercizio di speranza. In definitiva si può dire che ‘C’etra una volta’ assolva un dovere morale. – Prossimi appuntamenti con la Rassegna Nazionale Giovinazzo Teatro, domani e dopodomani, entrambi alle 21, nell’atrio della Scuola D.G.Bosco. Sabato tocca alla compagnia Si Riprende A Volare che viene da Manfredonia e  presenta ‘Coppia aperta… quasi spalancata’, un testo di Dario Fo e Franca Rame, interpretato da Gianni Fatone e Assunta Radogna, per la regia di quest’ultima. Domenica è invece il turno di una compagnia di Bitritto, la Torre Del Lago, che mette in scena ‘La fiera delle falsità’, un atto scritto e diretto da Luigi Facchino. Interpreti : Luigi Facchino, Nicolas De Filippis, Teresa Clemente, Francesco Latorre, Annalisa Intrieri, Marco De Letteriis e Roberta De Benedictis.

Italo Interesse

 

 675 total views,  3 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *