“No all’inceneritore”, pronti a resistere su tutti i fronti
9 Agosto 2022
Amiu Puglia assume i primi trentasette autisti
10 Agosto 2022

Cheddira: “Non vedo l’ora di scendere in campo venerdì”

Attualmente è il capocannoniere della Coppa Italia Freccia rossa 2022 -2022 con cinque gol, il suo nome è Walid Cheddira, ma a Bari è stato ribattezzato “Ualino” già dalla scorsa stagione. Quest’oggi ha parlato in conferenza stampa, a qualche giorno dal debutto in campionato contro il Parma al “Tardini. Per lui sarà anche una sfida dal sapore un po’ speciale essendo stato sino a giugno un giocatore del Parma seppur senza averci mai giocato. Il tesserato del Bari è partito raccontando dalle sue emozioni e stato d’animo dopo la tripletta di Coppa e pallone portato a casa, come si evince dalla foto fattasi scattare prima della conferenza stampa: “Dove voglio arrivare? Penso partita dopo partita e cerchiamo di portare a casa il risultato a casa per fare più punti possibili. Nella mia testa so che ho bisogno ancora di qualche anno per maturare su tanti aspetti”. Arriva alla prima di campionato in uno stato di forma fisica e di testa, molto bene, sul possibile segreto il centravanti ha risposto: “L’ho vissuta in attesa ma con tranquillità. Sapevo che il mio procuratore stava parlando con il ds Polito e sapevo che avrei fatto parte di questa famiglia. Anche stamattina ho rivisto la partita per vedere quello che sbaglio, sono un perfezionista”. Il diesse Ciro Polito l’ha acquistato a titolo definitivo dal Parma con la promessa di una percentuale già fissata nel caso di futura cessione da parte dei biancorossi. Sugli avversari l’ex Mantova ha detto: “Affronteremo una garadifficile, contro una squadra molto forte. La sfideremo al massimo. Perché non ho mai giocato con il Parma? Sarebbe una domanda da fare a loro. Magari ci sono state delle dinamiche che hanno fatto sì che questo non accadesse. Venerdì affronteremo una squadra che pressa molto forte, ti toglie spazi e occorrerà essere molto concentrati e tenere l’intensità molto alta”. Sui margini di crescita, Cheddira ha detto: “Un anno per un giocatore è fondamentale, acquisti sicurezza ed esperienza: è un anno in più di errori da non commettere. Io sto bene, mi sento bene e sono sicuro dei miei mezzi. Di certo c’è tanto da limare ma cerco sempre di lavorare per togliere questi difetti. Sto lavorando tanto sul piano tecnico”. Sul rapporto con la tifoseria biancorossa ma anche del suo papà che in occasione di una trasferta nella scorsa stagione è stato nel settore ospite con i tifosi, Cheddira ha risposto: “Vede sempre le nostre partite, una volta è stato anche in curva a Bari. Ho un buon rapporto con i tifosi, è una piazza molto calda e fa sempre piacere sentire il loro calore”. Il Bari sta puntando sul mercato anche ad un altro centravanti ed a tal riguardo ha detto la sua: “Sicuramente non guardiamo a quello che accade di fuori. Ci concentriamo più sul campo. Se dovesse arrivare qualcuno sicuramente ci darà una grande mano e lo accoglieremo nel nostro gruppo con il sorriso”. Sul rapporto con il leader del gruppo, Antenucci: “La vedo molto bene e domenica ne abbiamo dato prova, ribaltando il punteggio contro una squadra di Serie A. Mirco è un grandissimo giocatore, lo ammiro e cerco sempre di rubargli qualcosa in allenamento”. In carriera nei professionisti non ha ancora raggiunto al doppia cifra, in questa stagione potrebbe essere uno degli obiettivi ma “Ualino”, non si è sbilanciato: “Non me ne pongo a inizio stagione, punto sempre a fare il meglio possibile poi quello che viene, viene. Non ho mai chiuso in doppia cifra e sicuramente per un attaccante arrivarci è un ottimo risultato”.

M.I.

 

 19,039 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *