Mirco Antenucci regala la vittoria al Bari contro i calabresi
3 Aprile 2021
Cianci: “Con Carrera un ottimo rapporto, resterei a vita nella mia Bari”
7 Aprile 2021

“Ci crediamo, andremo lì per vincere”

Tredici i gol per il bomber Mirco Antenucci, il quale ha dedicato il gol speciale alla creatura che porta in grembo la moglie, sarà la loro terzogenita, perché sono già genitori delle piccole, Camilla e Sofia. Un Antenucci, che a prescindere del gol ha tirato quattro volte in porte, due nello specchio e negli ultimi minuti, l’assist pennellato da Marras quasi perfetto, l’ha tirato forse senza crederci, ma poco importa per una volta perché contava più di tutto portare in saccoccia tre punti per una doppia valenza, evitare il controsorpasso del Catanzaro vittorioso sul Bisceglie (anche se hanno giocato dopo) e tentare il tutto e per tutto per dare l’assalto al secondo posto in virtù della sconfitta dell’Avellino contro la neopromossa Ternana e soprattutto per lo scontro diretto che avverrà sabato al ‘Partenio’. Potrebbe essere quasi decisiva per il secondo posto, con l’Avellino che potrebbe accontentarsi anche del pari o della sconfitta eventualmente, perché avrebbero sempre un ‘punticino’, con il Bari che le resterebbero tre gare più ostiche, rispettivamente contro Palermo, Turris (a Torre del Greco) e Bisceglie, quest’ultima in cerca di punti pesanti per agguantare la migliore posizione in vista degli spareggi, mentre l’Avellino dopo lo scontro con il Bari, affronterà la Vibonese in trasferta, il Teramo in casa e la Cavese ultima in classifica e con poche speranze. Senza dimenticare il Catanzaro, vittorioso con il Bisceglie, che dovrà affrontare la Juve Stabia in trasferta, reduce quest’ultima da cinque vittorie di fila, poi il Catania in casa ed in trasferta la Viterbese con l’ultima prevista il 2 maggio, in casa contro il Monopoli. Da capire se la squadra calabrese che non ha usato il jolly contro il Bisceglie, chiederà il rinvio della gara contro la Juve Stabia, per poter recuperare un numero più ampio di titolari. Ma per il tecnico del Bari, in vista della gara con l?Avellino ritroverà quasi certamente Sarzi Puttini, con quest’ultimo che ha disputato parte della seduta di allenamento con il resto della squadra, Ciofani potrebbe daccapo avere un minutaggio, Sabbione in forse, ma è pienamente recuperato, il bomber Pietro Cianci, pronto e scalpitante di tornare in coppia con Mirco Antenucci.

Il mister dei biancorossi, Massimo Carrera al termine della vittoria contro la Vibonese ha dichiarato ai microfoni di RadioBari:Per noi era importante vincere, sapevamo che fosse una partita difficile con una squadra che ha messo in difficoltà parecchie squadre. Abbiamo sofferto, potevamo chiuderla, prendiamo i tre punti e pensiamo alla prossima. Stiamo lavorando, ora con la settimana libera c’è più spazio temporale per lavorare fisicamente e tatticamente. Cambio da 3-5-2 a 4-3-3? Non mi piaceva come stavamo gestendo le situazioni, era una situazione provata in allenamento, la formazione ti dava modo di giocare con quei moduli. Chiuderla prima? Nella ripresa abbiamo avuto situazioni per chiuderla, poi abbiamo gestito male il possesso sbagliando tante scelte, su questo dobbiamo migliorare. Quando capitano le occasioni bisogna fare gol”. Infine, il cammino del Bari se vuole tentare in tutti i modi di riprendersi il secondo posto passa dalla prossima gara, il big match contro l’Avellino: “Andiamo per vincere, sappiamo che squadra è. In settimana ci prepareremo, da dopodomani penseremo a come affrontarla. Recuperi dei giocatori? Non ho notizie di recuperi dallo staff medico. Antenucci? Buona partita, ha giocato per la squadra. Sappiamo quello che può dare Mirco, l’importante è che continui così per giocare per la squadra. Faccio i miei auguri a tutti i tifosi del Bari per Pasqua. Rimonta in classifica? Io ho sempre creduto nel recupero, e ci credo ancora. L’importante è gestire meglio la partita e capire le situazioni in cui puoi essere più veloce o più lento con la palla. Ora la squadra prende fiducia, con la settimana libera possiamo lavorare meglio anche sull’aspetto mentale. Sto diventando quasi uno psicologo, anche se non ho la laurea”. (Ph. Tess Lapedota)

Marco Iusco

 

 

 

 139 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *