La Popolare di Bari “bussa” a denari al Fondo interbancario di tutela dei depositi
6 Dicembre 2019
Siamo pugliesi e tanto basta
7 Dicembre 2019

Ciccio Brienza: “Con Vivarini la squadra è cambiata radicalmente”

Da giocatore con la maglia del Bari ha realizzato undici reti e quasi ottanta gettoni di presenze in campionato, sempre da protagonista sino all’ultima scorsa stagione nei dilettanti, ma anche a Bologna, Palermo, Reggio e Siena ha lasciato un segno importante nei club e nelle tifoserie. Da quest’anno è diventato dirigente del suo Bari, stiamo parlando di Franco Brienza per i tifosi, ex compagni di squadra e presidente stesso è Ciccio. Numero dieci per eccellenza quello che sta mancando al Bari in questa stagione, ma quasi sicuramente arriverà a gennaio perché serve il trequartista. Ieri, brand ambassador biancorosso ha iniziato parlando della prossima sfida contro il Potenza, secondo in classifica: “Abbiamo voglia di agganciarli in classifica. Sono un’ottima squadra non sono lì a caso. Subiscono poche rete e sono micidiali nelle ripartenze. Servirà molta attenzione, ma sicuramente sarà una gara bella, difficile ma noi dobbiamo vincere”. La Reggina sua ex squadra sembra avere un passo diverso: “Stanno facendo un grandissimo campionato, ma non serve pensare a loro. Guardiamo in casa nostra: con Vivarini la squadra ha avuto un cambio passo, la strada intrapresa è quella giusta. Il campionato è lungo e può succedere di tutto, in ultima ipotesi prenderemo in considerazione i playoff”. L’ex numero dieci ha detto la sua sul numero dieci e su un D’Ursi in più che tornerà molto utile alla causa: “IN rosa non abbiamo un calciatore con le caratteristiche del trequartista. Non gettiamo però la croce su Terrani e sui giocatori che si stanno adattando. Io in campo? No, oramai è un capitolo chiuso. La squadra sta diventando un blocco unito e sta crescendo, ed attenzione a D’Ursi, un calciatore importante, potrebbe essere lui il primo rinforzo”. Prosegue intanto la marcia che porta alla partita di domenica pomeriggio, ed il settore ospite sarà soldout, mentre da verificare quanti tifosi in più ci saranno nel giorno dell’Immacolata, per fortuna ad un orario che è quello delle 17.30 che sarà più fattibile nonostante la festività.

Marco Iusco

 

338 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares