Bufera Cassa Prestanza: assemblea-flop in Fiera
8 Novembre 2019
Il Conte non mise piede nella ‘sua’ Bari
9 Novembre 2019

Ciccio Brienza: “Un derby da non sottovalutare”

Domenica al ‘Gustavo Ventura’ il settore ospite riservato ai tifosi biancorossi è tutto esaurito mentre c’è ancora disponibilità per la tribuna. La squadra di Vincenzo Vivarini dovrà vender cara la pelle e tornare ai tre punti che mancano da due partite, mentre in trasferta dalla partita contro il Picerno quando i pugliesi vinsero con un guizzo di Simeri. In campionato i biancorossi hanno segnato ben 20 gol, sette del bomber di Antenucci, ma dai centrocampisti a parte i due totali di Hamlili e di Awua, sono mancati specie il regista che lo scorso anno c’era e purtroppo era scarsamente utilizzato dalla guida tecnica che è stata sollevata in questa stagione dopo cinque partite. Stiamo parlando di Ciccio Brienza, divenuto brand ambassador biancorosso, il quale è intervenuto sulle frequenze di Radio Bari: “Un derby inedito, una partita da non sottovalutare. Il Bari ha quasi tutto da perdere. La Reggina? Si è ricreato un grande entusiasmo ed io sono stato un ex della Reggina. E’ una piazza importante che vuole ambire anche lei alla B dallo scorso anno. Sono primi ma il campionato è lungo”.

Sul derby l’ex numero dieci biancorosso ha detto: “Per loro è una partita storica e vogliono far bella figura. Noi dobbiamo andare a fare la partita e portare a casa i tre punti. Dove migliorare? Il mister è bravissimo e lavoro su tutti i dettagli. Non ha mai perso ed è già un passo importante. Normale che chieda di più, serve un salto di qualità. Ci vuole ancora tempo per arrivare alla squadra che vuole il mister”. Ha concluso, inevitabilmente sulla sua nuova veste in camicia e non più da giocatore: “Sono sempre a stretto contatto con la squadra e sono a disposizione di quello che può servire. Sono sempre con loro. Tornare a giocare?  Il desiderio non manca è normale ma passerà. Una partita che sarei voluto entrare in campo? Mi capita quando inizia la partita, il pensiero c’è sempre. Passerà, pensiamo a vincere il derby”. Della serie che un Brienza in più che illuminava gli attaccanti e con piedi buoni per provare il tiro dalla distanza sarebbe servito in questo momento, ma sia il materiale a disposizione di Vivarini più i rinforzi adeguati che arriveranno nel mercato di gennaio, il Bari potrà dire la sua sino alla fine, se resterà sino ad allora agganciata alla vetta.

Marco Iusco

 

331 Visite totali, 2 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares