Secondo incidente in tre giorni su Corso Mazzini
1 Luglio 2021
Stretta sull’uso dei monopattini: velocità ancora più ridotta in centro
1 Luglio 2021

Ciofani verso l’addio, Tommaso D’Orazio ceduto all’Ascoli

Tra poco più di quindici giorni inizierà il ritiro dei biancorossi, ma in casa Bari si lavora soprattutto il diesse a getto continuo per il mercato in uscita ed in entrata. Il direttore sportivo Ciro Polito, in piena autonomia, sta cercando di sfoltire principalmente una rosa molto folta  a causa dei tanti rientri dai prestiti ed allo stesso tempo di nmettere a disposizione di mister Michele Mignani una rosa competitiva che già dal 13 o 14 Agosto, la data sarà frutto del sorteggio, affronterà il suo primo test ufficiale di Coppa Italia di C, il 23 ci potrebbe essere ancora un turno e poi l’inizio del campionato di C previsto per il 28 e 29 Agosto. La pandemia impone ancora massima allerta perché il virus è subdolo e non si placa, ma con la parziale riapertura degli stadi, con una capienza che stando a quanto dichiarato dai ministri e dirigenti federali dovrebbe andare in aumento l’accogliere i propri tifosi a seconda della capienza degli impianti sportivi, sono assolutamente bei segnali. Il Bari ha bisogno fortemente del suo dodicesimo uomo, ma ovviamente a chi scenderà in campo il compito di riscattare l’ultima stagione deludente. Il diesse Ciro Polito potrebbe entro la prossima settimana definire la seconda cessione, quella di Matteo Ciofani, ex Frosinone, professionista esemplare, trentanove  presenze compreso la Coppa e tre reti in campionato, di cui due nell’ultima stagione dove ha patito qualche infortunio di troppo, pur mantenendo un rendimento alto. Il difensore centrale ma anche terzino di spinta, Ciofani, è molto vicino all’accordo con il Modena, ex squadra peraltro di mister Mignani, ed a fine settimana o già ad inizio della prossima potrebbe giungere l’ufficialità della sua cessione a titolo definitivo. Sempre con la società emiliana, potrebbe esserci anche un altro affare in quanto il centrocampista dal vizietto del gol, Muroni (ben sei nella scorsa stagione) è in scadenza contratto e potrebbe accasarsi proprio a Bari, mentre sempre il Modena ha messo gli occhi su Leonardo Candellone che era stato in passato allenato con successo dal nuovo mister Tesser, ma sul centravanti è in pressing da più tempo il Sud Tirol ed il Gubbio che lo chiederebbero però solo in prestito (con il giocatore che è  di proprietà del Napoli, con un altro anno di prestito in forza al Bari). TOMMASO D?ORAZIO; LA PRIMA CESSIONE – Tra i giocatori rientranti ci sono anche Tommaso D’Orazio, il quale già da gennaio scorso è partito alla volta di Ascoli, ma il terzino aveva manifestato la sua volontà di restare in bianconero ed è stato accontentato perché è stato ceduto a titolo definitivo ai marchigiani. Alla base torneranno però altri giocatori che saranno sotto stretta osservazione: Zac Hamlili, innamorato di Bari e centrocampista di forza e che sarebbe molto utile al gioco di Mignani; Samuele Neglia, un jolly d’attacco, il quale che con la Fermana si è distinto andando in doppia cifra e realizzando assist, il ragazzo può giocare sia da esterno che da trequartista; Giovanni Terrani, neopromosso con il Como in B ma non riscattato, può agire sia tra le linee ed il ragazzo ha qualità per poter giocare sia a centrocampo da esterno che in attacco; Filippo Berra, di ruolo terzino ma dovrebbe rimanere in B con il Pordenone; senza dimenticare Francesco Corsinelli, un terzino che può tornare duttile e l’esperto Francesco Bolzoni, centrocampista ex Palermo ed Inter, più avanti di età rispetto ai suoi compagni, ma il suo curriculum parla in suo favore e se sano (perché fisicamente negli ultimi anni spesso è stato fermo per infortunio) potrebbe dare in tal caso un importante contributo. Se in uscita c’è tantissimo lavoro da realizzare il direttore non tralascia nulla al caso ed in entrata ci sono profili di giocatori di qualità e molto determinati, oltre a Muroni del Modena per il centrocampo, in attacco e come trequartista piacciono due profili, quello di Bombagi del Teramo, giocatore che al Bari ha già realizzato tre reti nell’ultima stagione nei due confronti che sono valse quattro punti, c’è anche il nome di Andrea Schenetti, ex giovanili del Milan con il quale vinse un campionato Berretti e la Coppa Italia Primavera, ma con una carriera di tutto rispetto, iniziando da esterno e mezz’ala e trasformatasi in trequartista, oggi in forza alla Virtus Entella, il suo contratto dovrebbe scadere nel 2022 ed ha un valore attuale, secondo i siti più accreditati di calciomercato, che si aggira intorno ai 700mila euro. Il Bari quello che sta per nascere sotto la guida di mister Mignani sarà un mix di giovani e di giocatori di esperienza, capaci di saper soffrire ed essere e diventare un gruppo coeso e che punti dritto all’obiettivo. Infine, il calendario delle tre amichevoli dovrebbe essere annunciato ad inizio prossima settimana, (Ph. Tess Lapedota).

M.I.

 

 

 341 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *