Bitonto, ecco perchè quattro liste di centrosinistra sostengono Damascelli
20 Maggio 2022
Francesco Lezzi: “Lotterò per il Campionato Mondiale e quello d’Italia”
20 Maggio 2022

Ciro Polito è l’uomo in più, aspettando il suo rinnovo contrattuale

L’uomo in più del Bari, colui che era mancato nelle stagioni precedenti, il Deus ex machina della stagione eccellente dei biancorossi, ai quali è soltanto mancata la ciliegina sulla classica torta che sarebbe stata la SuperCoppa, ma poco male perché l’obiettivo principale e primario era il ritorno nei cadetti. La prima vera operazione del direttore sportivo Ciro Polito, proveniente dal miracolo salvezza in cinque mesi dell’Ascoli, era vendere tutti gli esuberi e così è stato, seppure si è dovuto attendere per una serie di motivi. oramai ben noti, dopo la prima di campionato, l’altra operazione capolavoro è stata l’acquisto di giocatori esperti, da Manuel Terranova, punto di riferimento per la difesa, il numero dieci argentino Ruben Botta, lo straripante D’Errico, i rinnovi contrattuali spalmati del capitano Valerio Di Cesare, del trascinatore, del jolly Manuel Scavone, fantastico gregario che portato punti pesanti in cascina, il rinforzo di qualità e metronomo del campo, Raffaele Maiello, e poi i giovani da Mallamo, seppur in prestito, a Polverino, quest’ultimo portiere di riserva che al momento opportuno si è fatto trovare pronto, in una parte di stagione dove ci si giocava il campionato ed errori sarebbero pesati come macigno, sì, perché alla fine per arrivare primi e vincere con largo anticipo come nessuno nei professionisti in Italia ha realizzato in questa stagione ci vogliono “attributi”, organizzazione, una buona dose di fortuna e senso di responsabilità di chi scende in campo, di chi gestisce la formazione e l’ha allenata con grandi meriti, in questo caso mister Michele Mignani con il suo staff. In tutto questo, lo abbiamo scritto nella premessa, in casa Bari si aspetta il rinnovo contrattuale e prolungamento del direttore sportivo Ciro Polito, sul quale circolano ‘rumors’ che ci siano altri club ambiziosi in B sulle sue tracce, come è giusto che sia dopo l’ottimo lavoro svolto, perciò a Luigi De Laurentiis che di recente più volte è intervenuto per ribadire alcune posizioni della Filmauro, nel caso dovessero prendere una decisione obbligatoria entro il termine delle prossime due stagioni o anche prima laddove si dovesse compiere un altro miracolo sportivo che potrebbe essere rappresentato dalla promozione dei Galletti nella massima divisione nella prossima stagione che partirà il 13 agosto. Ma prima di fare voli pindarici occorre programmare e farlo con celerità, il Bari non può vivacchiare nel prossimo campionato o aspettare con tutto rispetto di tutti ‘ricorsi’ e sentenze dei Tribunali vari, la piazza barese e tutti suoi tifosi sparsi nel Mondo, vogliono un grande Bari, richiesta legittima ed anche se non sarà possibile allestire un organico di primissimo livello, la società attuale possiede le risorse economiche e finanziarie per mettere a disposizione di Mignani una formazione competitiva che combatta per trovarsi nella parte sinistra della classifica in modo costante ed alzare l’asticella strada facendo. E’ quello l’auspicio più fattibile, ma il primo passo verso questa direzione è il rinnovo contrattuale del direttore sportivo, Ciro Polito. (Ph. Tess Lapedota).

M.I.

 298 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *