Tutti contro le discoteche aperte: l’ultima ballata dei gestori in crisi
8 Giugno 2021
“Il Covid rallenta, ma dove siamo rimasti con le liste d’attesa?”
8 Giugno 2021

Ciro Polito sarà il nuovo diesse, manca soltanto l’ufficialità

E’ tempo di annunci, finalmente, aggiungiamo in casa Bari. Dopo la disastrosa stagione ed il silenzio degli innocenti o dei colpevoli, come lo si vuole definire, la Ssc Bari risponde con un primo colpo, quello dell’architetto designato alla ri-costruzione dalle ceneri per costruire dalle fondamenta una stagione entusiasmante. Serve mettere il lieto fine alla prossima stagione 21/22. Resta da vedere se la prossima stagione sarà quella del ritorno del pubblico in minima parte o per metà, come potrebbe essere estesa, tutti elementi in più che porterebbero maggiori risorse per le società. Ma sicuramente ci sarà da capire il budget a disposizione, le nuove sponsorizzazioni e quelle che rinunceranno perché il Covd ha piegato tante aziende ed investire nella LegaPro non è semplice. Il Bari, avrebbe scelto di ripartire dall’ex diesse dell’Ascoli, Ciro Polito, il quale ha risolto ufficialmente e consensualmente con il club marchigiano domenica e secondo informazioni raccolte dalla nostra redazione sportiva, dovrebbe essere giunto a Bari già dall’altro pomeriggio; anzi, nella giornata odierna a meno che il neo direttore abbia già firmato in grande riservatezza e l’annuncio sia stato comunicato nella tarda serata di ieri, dovrebbe essere ufficializzato in giornata dal club biancorosso. Come raccontato, dettagliatamente già la scorsa settimana sulle potenzialità e punti forti del diesse Ciro Polito nonostante la sua giovane età, è uno che predilige prendere giocatori di qualità dalla difesa all’attacco, abile nella valorizzazione ed ottimizzazione delle risorse della squadra ed a lavorare anche con budget ridotti, facendosi, e questo è un aspetto non di poco conto, rispettare da giocatori, tecnico e presidenza perché è uno che ama metterci la faccia nelle scelte effettuate, vivendo lo spogliatoio a trecentosessanta gradi. Un uomo di campo, non solo da giacca e cravatta per dirla in modo diretto. Forse anche per questo aspetto la società biancorossa che stando ai ‘rumors’ di mercato, nonostante abbia messo da tempo gli occhi sul tecnico scafato e vincente come Mimmo Toscano, stia aspettando di ufficializzare il direttore sportivo per concedere a questi l’ultima parola sulla scelta della guida tecnica. Guai ad iniziare la programmazione della prossima stagione partendo dal tecnico prima che ancora dal dirigente sportivo. Attualmente, però, il tecnico della Ssc Bari è il signor Gaetano Auteri, il quale è fortemente ricercato dal Pescara, ed è praticamente impossibile una sua conferma, resta però da capire se rescinderà consensualmente o verrà esonerato. In tal caso a prendere il suo posto, sul taccuino del Bari, oltre a Toscano, circolano altri nomi: Beppe Scienza (già accostato al Bari nella scorsa stagione) del Monopoli, Fabio Gallo (attuale tecnico ed autore del miracolo salvezza del Potenza del patron, Salvatore Caiata), e quello di Massimo Pavanel, allenatore della FeralpiSalò, quest’ultima voce confermata anche dagli ambienti giornalistici lombardi ed in particolare di Brescia, secondo le quali ricostruzioni la guida tecnica al proprio presidente avrebbe chiesto del tempo per ponderare eventuali offerte specie se dovessero giungere da una piazza blasonata come Bari. Non mancano nomi di outsider, più defilati. In ogni caso se sarà confermata la scelta di affidare la direzione sportiva a Ciro Polito, non sono da escludere nel calderone tecnici del calibro di Sottil, attuale guida tecnica dell’Ascoli e quello del giovane ambizioso, Fabio Caserta, con quest’ultimo però vicinissimo ad accordarsi con il Benevento.  Per quanto concerne il parco giocatori: difficilissimo il rinnovo di capitan Di Cesare, in scadenza il 30 giugno, invece dovrebbero conoscere il loro primo contratto da professionisti, Giovanni Mercurio e Mane. (Ph. Tess Lapedota).

M.I.

 

 303 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *