Il Bari Piano Festival al Castello Svevo
20 Agosto 2021
“Incendi? Bisogna che tutti facciano un esame di coscienza”
20 Agosto 2021

Con Giampiero Galeazzi parliamo anche del Bari

Riprende il calcio che conta. Con Giampiero Galeazzi, facciamo il punto e parliamo anche del Bari. Il Quotidiano ha intervistato il noto giornalista sportivo romano rintracciandolo nel suo buen retiro dei Parioli.

Giampiero, riparte il campionato di A. Che accadrà?

” Tutti si leccano le ferite economiche di gestioni non sempre adeguate e talvolta persino sconsiderate, penso che sia una incognita, mai come questa volta. Sulla carta sono le solite grandi che partono favorite e su tutte la Juve che con Allegri ha fatto il miglior acquisto anche se non ha la bacchetta magica. Dopo un’ annata deludente la Juve vuole rifarsi e ritengo che sia quella maggiormente attrezzata”.

Milan e Inter?

” Sono nel  gruppo delle favorite, però l’ Inter si è indebolita anche se il tecnico Inzaghi è di prima scelta, lo stimo. Per quanto riguarda le romane meglio la Roma della Lazio”.

Lotito?

“Conosce l’ ambiente calcio nel quale si muove bene,  ma è sempre border line. Non so quest’ anno quanto durerà il rapporto con la tifoseria che non lo ha mai accettato bene”.

Parliamo del Bari in C. Che ne pensa?

” Che una piazza simile merita altra categoria. Il girone nel quale milita il Bari in realtà è una B camuffata con grandi e nobili decadute, penso al Catania, al Palermo e allo stesso Foggia di Zeman che potrebbe risultare la sorpresa. Non è semplice venire fuori dalla C per la B, richiede impegno e sacrificio e non conta avere una etichetta alle spalle. In ogni caso sono fiducioso, il Bari ha le carte in regole per fare bene. Il fatto che per due anni di seguito abbia mancato l’ obiettivo non deve scoraggiare l’ ambiente, anzi”.

La società è retta dalla famiglia De Laurentiis. Un vantaggio o uno svantaggio la presidenza non locale?

” Intanto è importante dare solidità economica e i De Laurentiis la assicurano. In quanto al fatto di un presidente forestiero è  problema di poco conto. Oggi la maggior parte dei club è retta da fondi o società che addirittura risiedono in altre nazioni e continenti. E’ un nuovo mondo e altro calcio. Può piacere o no, ma è così”.

Bruno Volpe

 

 7,554 total views,  2 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *