Sport

Con un Bellomo in più e per tornare a vincere

I biancorossi devono tornare a vincere, questa deve essere la priorità in casa Bari. I Galletti non vincono da cinque turni e dopo la vittoria nel posticipo del lunedì della Reggina contro il Genoa, sono scesi al quinto posto in classifica; un quinto posto per il momento degno di nota per una neopromossa, visto anche le altre due provenienti dalla C, il Sud Tirol, prossima avversaria che è nona con diciannove punti ed il Modena più giù con tredici punti in quindicesima in classifica. Ma sicuramente per strada, contro Ascoli e Frosinone stesso in entrambi i casi si è usciti sconfitti, ma  anche contro la Ternana dove si è raccolto solo un punto dopo aver strapazzato letteralmente gli umbri, ci sarebbero potuti essere maggiori punti ed una posizione ancora più ambiziosa, ma la strada è lunga ed il cammino in B non è semplice in un campionato equilibratissimo dove tra la prima e l’ottava ci sono solo otto punti di distacco e basterebbero due sconfitte di chi sta sopra, per cambiare nuovamente capolista o più giù, smuovere diverse posizioni. Contro il Benevento il Bari non ha brillato ma ha portato a casa comunque un punto prezioso dopo essere passati in svantaggio, sono riusciti a riprenderla nella ripresa grazie ad un rigore trasformato da Walid Cheddira, niente che poco di meno il capocannoniere della serie B con nove reti. Tra i giocatori subentrati chi ha fatto molto bene c’è stato Nicola Bellomo che con la maglia del Bari ha indossato in passato anche la dieci, quest’anno è partito in sordina ed ha collezionato otto presenze ed un gol, soprattutto ritagliandosi sempre più spazio a scapito dell’argentino Ruben Botta che non sta rendendo come nell’avvio di stagione. Bellomo, lunedì sera nello speciale del TB Sport su TeleBari ha detto in esclusiva, toccando diversi temi: “A Benevento abbiamo conquistato un punto importante anche perché è arrivato contro una squadra costruita per vincere. E’ un pari che ci teniamo stretto, se non puoi vincere non devi perdere. L’ambizione bisogna averla sempre. Il campionato di B insegna che prima devi pensare ai punti salvezza perché tutto può succedere. Negli anni ho ricoperto tutti i ruoli a centrocampo. Il play l’ho fatto con Ventura a Torino. Nasco trequartista, lì mi esprimo meglio ma nel calcio di oggi bisogna adattarsi a tutto. Botta? Non c’è dualismo nel nostro ruolo, è un bravo ragazzo ed è un calciatore molto forte. Ci conoscevamo già perché avevamo giocato insieme al Chievo. Cheddira tra i pre convocati del Marocco? E’ una soddisfazione per tutti, per lui specialmente. Arrivare a giocarsi un Mondiale è il sogno di tutti, spero possa far bene. Vincere col Sudtirol valorizzerebbe i due ultimi pareggi. Da domani cominceremo a preparare la gara consapevoli dell’importanza di tornare alla vittoria, siamo carichi e vogliamo i 3 punti. Masiello? Penso sappia della gravità dei suoi gesti, ma non sta a me giudicare. Cosa mi chiedono spesso i tifosi? Ovviamente la maglietta. Vivendo a Bari Vecchia parlo con tutti, mi fa piacere l’affetto mostrato nei miei confronti. L’era De Laurentiis ha riportato entusiasmo, lo notavo anche stando fuori Bari. Ora questo entusiasmo lo sto vivendo in prima persona”. Inoltre, nella giornata di ieri ha parlato anche Elia Caprile sempre ai microfoni di RadioBari, partner ufficiale della Ssc Bari: “E’ stato un buon pari contro una squadra forte che è stata costruita per stare nelle zone alte. Ci sono stati dei tratti della gara che non abbiamo reso al massimo, ma siamo a meno venti punti dal nostro obiettivo. Sul gol di Improta? Ha fatto un bel gol e gli faccio i complimenti, non lo ho vista partire ma lavoro ogni giorno per migliorarmi e parare ogni tiro. Siamo una squadra che sta concedendo poco, restiamo il secondo migliore attacco e non credo che esista una crisi del gol. I meriti ce li dividiamo in squadra. Pensiamo a sabato che affronteremo una squadra coesa e compatta e ci aspetta una gara difficile”. (Ph. Tess Lapedota).

 

M.I.

 


Pubblicato il 9 Novembre 2022

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio