Del Lupo gli Ultras
15 Maggio 2015
In piazza per chiedere l’abrogazione della legge Merlin
15 Maggio 2015

Contro il Brescia assenze pesanti, ma il Bari ha l’obbligo morale di vincere

Difficile aspettarsi per il posticipo di sabato alle 18, lo stadio San Nicola ancora gremito, anzi molto probabile che i pochi presenti esporranno qualche striscione di stimolo per la prossima stagione e non saranno assolutamente soddisfatti del rendimento della squadra. I tifosi hanno vinto sicuramente il loro campionato, come d’altronde è stato ribadito da Marino Defendi nei giorni scorsi, i giocatori invece no, avrebbero dovuto osare di più e rigare maggiormente dritto da inizio campionato, quando forse in molti hanno pensato che potevano giocare sulle ali dell’entusiasmo della scorsa stagione, difficile dimostrare il contrario perché i dati statistici sono inconfutabili specie nella prima parte di campionato. Per carità, la squadra di Nicola ha viaggiato con una media punti quasi da playoff, ciò nonostante non le è bastato per rimontare lo svantaggio perché nelle gare esterne ha fatto sempre flop, ed è mancata di continuità anche nelle mini serie di risultati utili avute nell’arco del girone di ritorno. Cinquantuno punti, frutto di 13 vittorie, 12 pareggi e ben 15 sconfitte di cui otto tutte in trasferta con solo 4 vittorie esterne e 4 pareggi come risultati positivi, è un bottino davvero magro, su cui bisogna ripartire da subito per programmare la stagione del riscatto, anche se i pugliesi dovessero centrare sabato, la dodicesima vittoria casalinga e nel prossimo weekend chiuderebbero con tre punti in casa dello Spezia Calcio, cosa alquanto improbabile ma non impossibile, poiché i liguri sono in piena bagarre playoff per conquistare altre posizioni utili per giocarsi le proprie chance da miglior classificata. Non è un pianto o una critica distruttiva, come più volte sia l’allenatore o lo stesso direttore sportivo con un po’ di vena polemica hanno additato i mass media, il Bari di questa stagione avrebbe dovuto giocare con maggiore umiltà ed invece, forse un po’ per aver rivoluzionato tutta una squadra che lo scorso anno aveva fatto cose incredibili e scritto una pagina di storia sportiva irripetibile, è divenuto impossibile con il passare delle giornate mantenere le aspettative dei tifosi e centrare gli obiettivi dichiarati dalla dirigenza e dallo stesso allenatore nelle ultime sette-otto giornate. Guardare avanti, per costruire una squadra più solida. Sicuramente ci saranno cessioni, ma Paparesta ha già iniziato la sua ricostruzione partendo dalla conferma del portiere Errico Guarna, al quale ha rinnovato il contratto. Sul diesse, Stefano Antonelli ci sono tante voce, ma ancora nessuna di fondata, perché nonostante si sia vociferato di Perinetti, e lo stesso direttore sportivo non ha mai nascosto di voler ritornare nel capoluogo pugliese, al momento non c’è nulla di concreto. Quanto a chi giocherà sabato, mancheranno Benedetti, Camporese e Minala e Calderoni per squalifica, con Romizi che invece si sta allenando regolarmente e potrebbe rientrare a giocare titolare direttamente dal primo minuto. In difesa quasi sicuramente ci sarà la coppia Rada-Contini con qualche chance per Filippini favorito su Salviato e Sabelli sull’altra corsia. Per Nicola Bellomo a centrocampo potrebbe essere l’ultima apparizione al San Nicola perché difficilmente sarà riscattato nonostante il suo rendimento non è stato negativo, ed in attacco ballottaggio Ebagua-Caputo con De Luca e Boateng sugli esterni alti.

M. Iusco

 561 total views,  2 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *