Una mozione per salvare le piante infette della “Piana monumentale degli olivi”
4 Maggio 2019
Poule Scudetto, la prima giornata si gioca al San Nicola
7 Maggio 2019

Cornacchini: “Rigore inesistente, ci rifaremo!”

Quarta sconfitta stagionale per il Bari di Giovanni Cornacchini che chiude il campionato dilettantistico con un Ko esterno, nonostante un campionato quasi strepitoso e dominato dall’inizio alla fine. Seconda sconfitta in terra siciliana, perché l’altra era avvenuta sempre nel girone di ritorno contro il Cittanova, mentre le altre due contro la Turris e Nocerina. Questa volta ad aggiudicarsi una vittoria storica e preziosa per il piazzamento nei playout, è stato il Roccella ad aggiudicarsi il match con le reti di Amelio, castigatore del Bari nella gara di andata, e con Federico Pizzutelli ex Bari che nel secondo minuto di recupero ha battuto dal dischetto Davide Marfella che aveva intuito la traiettoria. Alla vigilia il tecnico Giovanni Cornacchini aveva dichiarato che il suo Bari è simile alla pastiera dolce napoletano, bello e difficile da preparare perché ci vuole equilibrio e meticolosità nella cura dei dettagli, ebbene sì è un po’ l’emblema della sua creatura. Biancorossi che non sono stati bellissimi nell’arco della stagione, macchina da guerra ed imbattibile nel girone di andata con 42 punti, nel girone di ritorno hanno un po’ rallentato perso un po’ troppe volte in trasferta, ma sono sempre stati costanti e perseveranti, specie nel rimontare almeno in tre occasioni quando si sono trovati in inferiorità numerica. I numeri, tuttavia, dicono dei Galletti secondo migliore attacco del girone, dopo la Turris, migliori nel rendimento in gare esterne, e migliore difesa, con ben 18 giocatori andati a segno, l’ultimo proprio Andrea Feola che contro il Roccella ha segnato il gol del momentaneo 1 a 1.

LA VOCE DEL TECNICO –Il mister ha analizzato la quarta sconfitta stagionale e detto la sua: Cornacchini: “Sono dispiaciuto perché il rigore è stato generoso, penso che non ci fosse. Anche il pareggio ci stava stretto. Contava poco, però i ragazzi si sono impegnati non posso rimproverare nulla. Sicuramente non siamo stati avvantaggiati, a parte oggi, abbiamo subito sette rigori ed avuti si e no tre. Mi dispiace avrei voluto finire la stagione senza questa sconfitta. Il Picerno gioca un buon calcio, l’affronteremo con la determinazione cattiveria”. In conclusione, il tecnico si è detto dispiaciuto ma a ragion vedutasi è detto contrariato di un rigore che nove volte su dieci non viene dato. Il girone della Poule Scudetto di serie D, sarà composto da Picerno e la vincente dello spareggio tra Lanusei Vicenza e Avellino. Bari che scenderà in campo già domenica prossima proprio contro il Picerno. Tre gironi da tre, passano le prime due e la migliore seconda, lunedì ci sarà il sorteggio di dove si disputeranno le semifinali e finali, Bari si è candidata come sede per le fasi finali.

Marco Iusco

313 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *