In arrivo medici per rinforzare gli organici degli ospedali
1 Agosto 2020

Coronavirus: picco di venti nuovi positivi, pesano due micro focolai di Cerignola

Dei 1832 test fatti in Puglia per accertare l’infezione da covid 19, 20 hanno dato esito positivo e sono stati rilevati 4 in provincia Bari, 12 in provincia di Foggia e 4 in provincia di Lecce. È quanto si legge nel report diffuso dalla task force regionale che si occupa della emergenza sanitaria.
“Le persone risultate positive al Covid19 nelle ultime 24 ore si trovavano gia’ in isolamento domiciliare in quanto erano a loro volta entrate in contatto diretto con casi positivi. In provincia di Foggia allo stato sono stati circoscritti tre focolai e messi sotto controllo”, chiarisce il direttore generale della Asl di Foggia, Vito Piazzolla e sottolinea che “il lavoro di contact tracing dei dipartimenti di prevenzione delle Asl e l’attivita’ di sorveglianza attiva per chi si trova in isolamento domiciliare sta limitando al massimo la diffusione del contagio”.

Undici casi positivi al virus Covid-19 sarebbero stati registrati a Cerignola secondo quanto trapela da fonti interne dell’Asl di Foggia. Si tratterebbe di due micro focolai che si riferiscono a due gruppi familiari collegati tra loro.
Tra i positivi anche un infermiere in servizio all’ospedale Giuseppe Tatarella della cittadina. La catena dei contagi sarebbe partita da una donna che ha manifestato una sintomatologia tipica del virus (bronchite) e che, a sua volta, avrebbe contagiato il marito, l’infermiere.
Pare che la coppia abbia partecipato ad una festa di compleanno per i 18 anni della figlia: qui sarebbero state contagiate altre 7 persone, tutte della famiglia.
Gli altri due casi positivi rientrano, invece, nel secondo focolaio. Da indiscrezioni sugli 11 contagiati, 9 sarebbero asintomatici. Decine le persone sotto osservazione a Cerignola.
Eseguiti anche i tamponi a tutto il personale del reparto dove lavora l’infermiere risultato positivo. Il reparto è stato immediatamente bonificato.
Sotto controllo anche i casi nelle province di Lecce e di Bari individuati grazie all’intensa attivita’ di screening, incluso chi arriva dall’estero, e di sorveglianza attiva. “Sono casi appartenenti a due nuclei familiari diversi individuati grazie alla sorveglianza attiva e allo screening. Presentano tutti sintomi lievi ed e’ gia’ in corso l’attivita’ di indagine epidemiologica per individuare i contatti stretti”, afferma direttore generale della Asl di Bari Antonio Sanguedolce. Il numero degli attuali positivi e’ di 112 unita’, di cui 19 ricoverati in ospedale e 93 in isolamento domiciliare. Nessun decesso e’ registrato nel bollettino in cui sono annotati 3967 guariti.

 

 151 total views,  17 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *