Il Bari e la forza del collettivo
22 Settembre 2022
Quattro giorni di festa della lingua inglese
22 Settembre 2022

Da Foggia partì il giovane Salvatore

 

In LoSpeakersCorner.eu Stanislao Scognamiglio annovera tra i personaggi di Portici “per elezione” la figura di Salvatore Baldassarre. Tanta attenzione da parte del comune campano per la figura di questo valentissimo veterinario, zootecnico e docente universitario nasce dal fatto che Baldassarre fu a Portici prima come studente specializzando presso la Regia Scuola Superiore di Agricoltura, poi direttore dello stesso Istituto. Ma il Nostro era pugliese, essendo nato a Foggia il 22 settembre 1853; si sarebbe spento a Napoli l’8 settembre 1917. Nella sua terra rimase poco però, non offrendo, questa, possibilità adeguate alla valorizzazione dei talenti (lo stesso destino dei vari Piccinni, De Nittis, Cifariello…). Solo oltre i confini regionali il giovane Salvatore avrebbe potuto ricoprire incarichi di rilievo, come la nomina prima a professore di ruolo per la Regia Scuola Veterinaria dell’Università di Parma, poi a direttore-capo della divisione zootecnica del Ministero di agricoltura, industria e commercio, quindi a titolare della cattedra di Zootecnia nella Regia Scuola Veterinaria di Torino. Dopo l’incarico ricoperto a Portici, Baldassarre divenne Napoli  direttore della Regia Scuola superiore di agricoltura e, dopo, dal 1903 al 1913, direttore della Regia Scuola superiore di Veterinaria ; ancora a Napoli ideò la Stazione sperimentale per le malattie infettive del bestiame rurale. Per un anno (1904-1905) fu anche insegnante presso l’Università di Buenos Aires, dove ebbe modo di approfondire le conoscenze del vasto mondo zootecnico argentino. Fece pure parte del  Consiglio superiore di sanità, del Consiglio superiore dell’istruzione agraria e del Consiglio ippico, venne accolto come socio nell’Accademia Pontaniana e nel Reale Istituto d’Incoraggiamento di Napoli… Particolarmente legato alle sue origini pugliesi, Salvatore Baldassarre si fece promotore della fondazione a Foggia del Deposito Cavalli Stalloni con annesso ippodromo, unica struttura del genere nell’area adriatica meridionale. Di nuovo a Foggia istituì l’Ovile Nazionale – sezione dell’Istituto di Zootecnica di Roma, appartenente al Ministero dell’Agricoltura e Foreste – ed ora Istituto Sperimentale per la Zootecnia di Segezia, borgo rurale posto a poca distanza dal capoluogo dauno e fondato nel 1938 nell’ambito della riforma agraria disegnata dal fascismo. Si dimostrò infine valente scrittore e giornalista, collaborando con diverse riviste specializzate e fondando periodici come “L’Agricoltura Meridionale” e il “Moderno zooiatro”. Foggia gli ha dedicato una piazza e la Stazione Sperimentale per la Lotta Contro le Malattie Infettive del Bestiame, ora Istituto zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata.

Italo Interesse

 

 

 190 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *