Sport

Dalla difesa a centrocampo il Bari deve alzare l’asticella

Premiati il capitano Valerio Di Cesare, Morachioli e Pucino, ma anche altri dirigenti e il presidente LDL

Un Bari che sabato alle 14 sfiderà il Venezia secondo in classifica e forse anche la formazione con un gioco più propositivo, a due punti dal Parma capolista con soli undici reti subite (meglio ha fatto soltanto il Palermo con dieci ma che è terzo, ndr) e diciannove reti. In attacco hanno confermato Pohjanpalo che ha le stesse reti di Sibilli, ma sono più decisivi ad oggi avendo realizzato ben otto vittorie contro le tre del Bari. La squadra di Vanoli è reduce da tre vittorie di fila, mentre il Bari da un pari ed otto punti nelle prime 4 gare della gestione Marino, il quale un mese dopo si ritrova ad affrontare una nuova squadra dopo aver avuto a disposizione la sosta per le nazionali. Le notizie liete in casa Bari sono stati i premi ai biancorossi, Di Cesare, Morachioli e Pucino ed al direttore sportivo Polito, presidente Luigi De Laurentiis e  capo ufficio stampa della SSC Bari, Leonar Pinto.   Intanto, ieri all’allenamento del Bari hanno preso parte anche Edjouma, Frabotta e Menez, con Maiello che ha iniziato a correre in campo dopo l’intervento al ginocchio.  Per oggi è in programma una seduta di lavoro mattutina. Tra gli ex Bari, anche l’oramai non più tecnico dei biancorossi, Michele Mignani, la punta Cheddira e Folorunsho, entrambi in A. Dalla premiazione attestato dovuto per quanto fatto nella scorsa stagione, il Bari co0n quei stessi giocatori e tutto l’organico deve ritrovare la forza di alzare l’asticella. (Ph. SSC Bari).

M.I.

 


Pubblicato il 23 Novembre 2023

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio