Bari sornione vince all’ultimo secondo con Mirko Antenucci per 1-2
9 Settembre 2019
Minima moralia (Meditazioni sulla Vita Offesa. T. Adorno) (20)
10 Settembre 2019

De Laurentiis: “Gol di Antenucci regolare. Ai tifosi chiedo di darci il tempo di lavorare”

Siamo sicuri che anche in caso di sconfitta la società avrebbe difeso il proprio tecnico perché sul campo dopo l’opaca prestazione con la Viterbese si è assistito ad un Bari coraggioso con attributi e che nella ripresa ha trasformato la sua reazione veemente in concretezza ed anche gioco, perché ha costretto ripetutamente l’avversaria nella propria metà campo, costringendola al fallo tattico ed a farsi espellere il loro giocatore migliore, e poi nell’avere la lucidità di segnare al ’94 con Mirko Antenucci un rigore che è valso una vittoria. Nel primo tempo il Bari aveva dominato, sprecato e si è visto annullare un gol dopo quindici minuti, salvo subirlo al trentacinquesimo per un rigore molto dubbio e generoso, e due minuti dopo sprecare con il polacco Kupisz la possibilità immediata di pareggiare e riportarsi subito in partita. Nella ripresa il Bari ha messo la sesta sia il tecnico grazie ad una lettura della partita impeccabile in cui è passato ad un modulo a quattro e sia effettuando dei cambi che hanno dato vivacità e riaperto la partita, mettendo ai fianchi il pugile suonato, in questo caso il Rieti. La partita si è conclusa tra le polemiche dei giocatori e dirigenti del Rieti per il rigore concesso all’ultimo minuto ai Galletti, ma tutto sommato il Bari ha meritato i tre punti.

L’analisi del numero uno della società, Luigi De Laurentiis, puntuale come ogni lunedì mattina, è partita proprio dalla vittoria: “Sono molto felice, per tutti. Per la squadra, per l’allenatore, per i tifosi, che erano tantissimi. La concentrazione è massima. La squadra si impegna tanto: mi confronto giornalmente con Scala, che mi conferma tutto ciò. la prossima sfida con la Reggina è fondamentale, mi aspetto una grande cornice di pubblico. Ieri non era facile su un campo improbabile”. Il presidente ha commentato poi le decisioni arbitrali come il gol di Antenucci ed il rigore generoso concesso alla squadra romana nel primo tempo: “Mi sono sentito un po’ scippato. La Lega dovrebbe impegnarsi di più ad avere terne arbitrali più serie. Anche l’anno scorso ci siamo impegnati molto in tal senso. Non è pensabile che il gol di Antenucci venga annullato in quel modo e poi soprattutto il rigore concesso al Rieti. Sono episodi che ti mettono in ginocchio. Vale per noi ma vale per tutti”. Infine, non sono mancate frecciate e puntualizzazioni di difesa nei confronti del tecnico Cornacchini sotto accusa da troppi tifosi: “La pressione di questa piazza è un po’ folle, visto che non è stato nemmeno dato il tempo di finire il mercato. Voglio ricordare che ieri avevamo altri due nuovi innesti. Allora io mi chiedo: ma ci date il tempo di finire il mercato? Le pressioni si ripercuotono anche in campo, sui giocatori, che si sentono meno sicuri e sereni. Dateci un po’ di tempo. Cornacchini? E’ stato preso di mira dalla prima giornata, e questo non lo accetto. Dateci il tempo di lavorare”. Prossima partita tra sette giorni contro la Reggina di Nicola Bellomo, lunedì sera nel posticipo serale.

 

Marco Iusco

 

 

3,542 Visite totali, 78 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *