Maricoltura, ultima frontiera ittica
11 Ottobre 2014
Fai Marathon a Bari nella Città Vecchia, cuore antico della felicità
11 Ottobre 2014

De Luca: “A Catania per dare un dispiacere a Sannino”

Giuseppe De Luca classe 1991 fu lanciato nel calcio professionistico il 9 novembre del 2010 contro il Grosseto quando indossava la maglia del Varese, ed il suo ‘mentore’ ed allenatore era proprio Sannino che domenica lo rincontrerà su una panchina diversa per la prima volta. Il giocatore, ieri ha parlato ai giornalisti della carta stampata partendo dal suo passato recente per arrivare anche ad un confronto ed accostamento tra i due tecnici: “Sono molto grato a mister Sannino per avermi lanciato nel calcio che conta. E’ un signor lavoratore e come con Mangia, sono ambedue in grado di trasmettere al gruppo una carica incredibile, ma domenica mi auguro con tutto il cuore di dargli un dispiacere perché vogliamo i tre punti. Poi da lunedì gli auguro di raggiungere gli obiettivi prefissati, ma domenica sarà una battaglia che nel caso di vittoria ci darebbe uno slancio significativo. Sannino a differenza di Mangia ha un gioco più difensivo, mentre il secondo è più propositivo, ma entrambi hanno conseguito risultati”. Sul tipo di partita ostica che dovranno aspettarsi nell’infuocato stadio del ‘Massimino’ di Catania, ha detto: “Sono una squadra attrezzata e reduce dalla retrocessione. Loro hanno diversi big nel reparto d’attacco oltre a giocatori di esperienza, ma noi non ci lasceremo intimorire e resteremo sempre sul pezzo sino alla fine”. Sul tipo di preparazione leggermente differenziata che stanno svolgendo in vista del prossimo impegno che li costringerà a giocare alle 12.30, non ha commentato a riguardo di un suo possibile stato di difficoltà all’adattarsi ad un orario insolito. In realtà in questa settimana come ci è stato confermato dal responsabile della comunicazione: la mattina la sveglia suona alle 8.00 ed alle 9.30 presso ‘Casa Bari’ del San Nicola, i ragazzi hanno la possibilità di mangiarsi un primo piatto, o del prosciutto, o la classica fettina di carne, mentre altri scelgono per un tipo di colazione inglese, chi anche il semplice toast o più semplicemente un pezzo di crostata. Ed invece, al termine della partite interne, viene offerto dal servizio catering Ladisa Spa, il pranzo o la cena per i giocatori. L’attaccante giunto con la formula del prestito dall’Atalanta, ha poi preferito tornare a parlare del peso che per lui ha il gol: “Segnare mi ha sbloccato mentalmente. Personalmente non sopporto l’idea di tornare a casa non aver segnato ma per una attaccante è normale. In coppia con Ciccio mi trovo benissimo, poi ovviamente spetta al tecnico decidere chi schierare in campo, ma posso dire che scalpito da poter dare il mio contributo e con il resto dei compagni mi sono integrato molto bene”. Il modulo, tuttavia, sarà il 4-3-3 ed il terzo nel tridente sarà Cristian Galano che potrà tornare a dare il suo contributo alla causa, soprattutto in termini di qualità e di incisività. Mentre per quanto concerne il centrocampo dovrebbe essere confermato il trio, Romizi, Sciaudone e Defendi, il quale quest’ultimo non giocherà da terzino al posto di Sabelli, ed a tal proposito, il suo posto sarà preso da Michele Camporese che ha già giocato in quel ruolo con la Fiorentina. Sull’altro versante difensivo confermato Calderoni, coadiuvato dalla coppia dei centrali che sarà composta Contini e Rossini, con quest’ultimo che tornerebbe a giocare dal primo minuto. Disponibile anche Salviato, che partirebbe dalla panchina. Ieri, inoltre, i giocatori dopo la prima seduta di allenamento mattutina, intorno all’ora di pranzo prima di ricominciare nel pomeriggio, nella sala stampa barese hanno studiato l’avversaria con il supporto dei video e spiegazioni tecniche da parte del tecnico e del suo staff.

 

Marco Iusco

 

 655 total views,  1 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *