Lavoro

De Nigris (Johnson & Johnson): “Formazione è centrale, con AI percorsi più mirati”

(Adnkronos) – "In Johnson & Johnson da sempre siamo molto attenti al benessere e alla crescita delle nostre persone: è grazie al valore e all’impegno dei nostri collaboratori, infatti, che possiamo contribuire ad affrontare le sfide sanitarie più complesse, attraverso lo sviluppo di soluzioni terapeutiche sempre più avanzate e personalizzate. In questo quadro, la formazione riveste per noi un ruolo centrale per dare la possibilità alla nostra organizzazione, composta da oltre 1400 dipendenti in tutta Italia, sia di sviluppare nuove competenze, per essere pronti ad affrontare con successo le esigenze di un settore in veloce evoluzione, sia di progredire nel proprio percorso di carriera". Così, con Adnkronos/Labitalia, Cosimo De Nigris, direttore delle risorse umane di Johnson & Johnson.  "Per sensibilizzare tutta la nostra popolazione sull’importanza della formazione, lo scorso settembre abbiamo organizzato un 'Global learning day', finalizzato a presentare le opportunità presenti sulla nostra piattaforma di traninig e sviluppo j&j learn", spiega ancora.  Novità per la formazione possono arrivare dall'intelligenza artificiale. "L’integrazione dell’intelligenza artificiale tra gli strumenti a disposizione nell’ambito della formazione offre grandi potenzialità, che possono essere sfruttate -spiega- per rendere l’esperienza di apprendimento più semplice, personalizzata e funzionale agli obiettivi del singolo dipendente e dell’azienda navigando in un catalogo di offerta formativa sempre più ampia. Come gruppo Johnson & Johnson abbiamo abbracciato questa innovazione per poter offrire a tutti i nostri collaboratori, grazie all’analisi dei dati e all’impiego di algoritmi, una offerta di percorsi formativi che sia sempre più coerente con le singole necessità e che si basa su un catalogo che contiene migliaia di opzioni in costante aggiornamento". In particolare, sottolinea il manager, "crediamo che questa soluzione possa aiutarci a rendere i percorsi di formazione più inclusivi, flessibili e mirati, sviluppando al massimo il potenziale dei nostri collaboratori", aggiunge.  Tante le novità messe in campo quindi. "Abbiamo sviluppato -spiega- una piattaforma di e-learning che contiene migliaia di corsi di formazione e di materiali formativi (articoli di giornale, libri, riviste scientifiche) provenienti dalle più autorevoli fonti e l’abbiamo resa disponibile senza limitazioni a tutta la popolazione di J&J nel mondo. La piattaforma prende il nome di J&J Learn, ma offre molto di più rispetto alla sola formazione. Grazie al supporto dell’intelligenza artificiale, guida ogni dipendente nella definizione del proprio profilo, basandosi su test di auto-valutazione delle competenze, della fase di carriera e dei propri valori guida", sottolinea.  "Queste informazioni permettono all’intelligenza artificiale di suggerire percorsi formativi personalizzati e alla persona di ottenere una migliore visione globale del proprio piano di sviluppo grazie alla riflessione guidata. Non da ultimo nella piattaforma J&J Learn sono state integrate anche due aree dedicate all’implementazione concreta delle nuove competenze acquisite: l’area grow permette di partecipare a progetti cross-funzionali e internazionali per un periodo di tempo definito e l’area mentonring permette al dipendente di individuare un mentore, che lo guida nel percorso di sviluppo delle nuove skill. in quest’ultimo caso riusciamo anche a valorizzare e trasferire l’esperienza di chi ha acquisito competenze chiave", conclude.   —lavoro/datiwebinfo@adnkronos.com (Web Info)


Pubblicato il 7 Dicembre 2023

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio