Sport

Dezi o Maiello, in uscita più di un giocatore

A volte il curriculum non basta, né tanto meno la partita sbagliata può dare un giudizio definitivo su un giocatore, ma quando questi disputa una media di 8,5 partite nelle ultime cinque stagioni, a partire da quella del 2017-2018, è legittimo dubitare che la condizione del giocatore possa non essere adeguata ad un campionato sfiancante come quello della Lega Pro, stiamo scrivendo di Davide Di Gennaro. Un giocatore, quello biancorosso, dalle indubbie qualità che ha fatto le fortune di Bologna e Cagliari, vestendo ad inizio carriera anche la maglia del Milan di Ancelotti pur senza mai giocare in campionato. In questa stagione, compreso l’ultima partita sfortunata dove Di Gennaro ha disputato soltanto quarantacinque minuti, il giocatore non ha mai inciso ed anzi, nella partita contro il Catania ha rimediato un giallo, fatto un fallo davvero banale in area di rigore che è costato il penalty, e sbagliato un passaggio clamoroso dandola in linea ad un compagno di squadra, ma in realtà ha servito un assist per gli avversari che hanno trasformato concretizzando la rete. Sul giocatore che sembrava non sarebbe stato ceduto, in realtà si starebbe interessando la sua ex squadra, il Cesena e con l’eventuale altra cessione, quella di Lollo, destinato forse alla Virtus Francavilla o in altro girone, la Viterbese era on pole, indurrebbe al direttore sportivo Ciro Polito a prelevare due centrocampisti, una mezzala e trequartista. In difesa, quasi sicuramente potrebbe partire Andreoni, destinazione Pordenone in serie B e sul taccuino del direttore non è da escludere che ci siano anche altri due nomi, quello di Simone Simeri e Nicola Citro, con quest’ultimo oggetto dell’interesse di Cesena e Renate. Sappiamo che Simeri era nel mirino dell’ex diesse del Padova, Sean Sogliano prima che venisse sollevato dal proprio incarico, ma se dovesse essere ceduto, difficilmente avverrà nel girone C del Bari ma ci sono diversi club interessati: la  Reggiana e Modena nel girone B della Lega Pro, ed in serie B, Pordenone e Cosenza. In entrata per sostituire l’argentino Botta il sogno è Jacopo Dezi, ex Bari con uno score di cinque gol in soli cinque mesi perché giunse nella finestra di calciomercato invernale. L’altra pista, leggermente più concreta, nonostante il giocatore non molto tempo fa abbia rinnovato il contratto è quella che porta a Raffaele Maiello, un classe 1991 di proprietà del Frosinone squadra che milita in B e dove Guido Angelozzi ricopre il ruolo di direttore dell’area tecnica. Maiello, in questa stagione nella fila del Frosinone ha giocato tredici presenze a rappresenterebbe un’alternativa a Maita nel ruolo di play ma duttile anche da trequartista. Tuttavia, nell’immediato per domenica potrebbe tornare a giocarci Scavone, come era stato utilizzato ad inizio campionato realizzando anche un gol contro il Potenza, o nell’eventualità uno tra Mallamo o D’Errico che è squalificato o Di Gennaro, se dovesse avere daccapo nell’immediato una chance, cosa un po’ improbabile visto che nelle gerarchie del tecnico è indietro, senza dimenticare che ci sono anche due sostituti naturali, Manuel Marras, un po’ atipico ma che fungerebbe perfettamente nel ruolo di Botta e poi Nicola Citro, con quest’ultimo che pur avendo interpretato tale posizione molto bene in quel di Trapani non ha ancora un minutaggio consono oltre ad essere in odore di cessione. (Ph. Tess Lapedota).

M.I.

 


Pubblicato il 26 Gennaio 2022

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio