Il Bari si affida al bomber Antenucci per ridurre il gap con le altre pretendenti
26 Novembre 2019
“Misteriosi corpi luminosi” su Bari
27 Novembre 2019

Di Cesare: “Cercheremo di arrivare primi il 26 aprile”

Un Bari che deve riprendere assolutamente il cammino e che non deve perdere la bussola nonostante il distacco dalla capolista sia di dieci punti, piuttosto c’è da preoccuparsi di assottigliare il gap anche dalla seconda Ternana, terza Potenza ed il Monopoli che domenica ha perso. Ieri, la squadra ha ripreso ad allenarsi con la bella notizia che in gruppo c’era Eugenio D’Ursi tornato a disposizione, mentre è ancora out Pippo Costa e soltanto per la giornata di ieri, mancava Mirco Antenucci a causa di un’influenza. Il rendimento del Bari in trasferta si trasforma perché è quasi infallibile oltre ad essere primo e ad aver subito soltanto quattro gol, di cui solo due nella gestione Vivarini. Gli elementi per essere fiduciosi sul proseguo del cammino ci sono, perché tuttavia il Bari è imbattuto da undici giornate ed a parte le tre rimonte subite, contro Avellino, Vibonese e Teramo, domenica, è ancora lì a tre punti dalla Ternana seconda peraltro battuta per 2-0 al San Nicola ma anche mostrando in quell’occasione una certa supremazia e superiorità tecnica. La Reggina sta facendo un campionato a sé con Corazza capocannoniere distante solo due gol dal bomber biancorosso, Antenucci, ma sono trascinati dai gol anche del barese Nicola Bellomo e degli altri giocatori, ed è ciò che si chiede ai Galletti, di essere tutti più cinici ed offensivi negli ultimi metri. A parlare ai microfoni di RadioBari, partner ufficiale della Ssc Bari ha parlato il capitano del Bari, Valerio Di Cesare: “Le dieci lunghezze di distacco dalla Reggina pesano, ma è inutile disperarci. Abbiamo perso troppi punti all’inizio. Io resto fiducioso, adesso vedo un Bari che ha un gioco ed un’identità ben precisa. Alla fine il nostro obiettivo non si sposta, cercheremo di arrivare primi il 26 aprile. Se non ci dovessimo riuscire penseremo al secondo posto. La promozione si può raggiungere anche attraverso i playoff. Io ci sono passato ai tempi di di Parma con Gigi Frattali e Scavone, siamo partiti dagli ottavi di finale ed alla fine vincemmo noi”.   Alla Radio ufficiale ha parlato anche il centrocampista Raffaele Bianco: “La prossima partita già scritta? Nessuna partita è scontata anche se parti con i favori del pronostico. Noi dobbiamo sempre giocare per i tre punti e per il blasone di questa piazza. Qualche volta di recente abbiamo perso dei punti per strada, ma il campionato è lungo, dobbiamo continuare a restare concentrati e a lavorare come ci chiede il mister, ed i risultati arriveranno”.

Marco Iusco

 

5,000 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares